Terranave

Voci libere in salsa etica

Voci libere in salsa etica

Un piccolo tour insieme ad alcuni volontari di diverse associazioni impegnate per la lotta allo sfruttamento dei braccianti migranti per dar loro voce, per ripensare dal basso forme di produzione alternativa alla grande distribuzione e progetti concreti tramite filiere partecipate e solidali.   Così si conclude la stagione di Terranave.

Una tazzina di caffè tra Uganda e Guatemala

Se la sicurezza alimentare è uno dei grandi temi di cui negli ultimi anni i governi hanno iniziato a occuparsi, il diritto alla sovranità alimentare è sempre minacciato dalle grandi multinazionali e dagli interessi privati. Ma ci sono anche storie diverse, di uomini, donne e caffè.

La geografia che mente

La chiamano “cartografia persuasiva”. E’ l’alterazione della percezione del mondo attuata attraverso le carte geografiche, un fenomeno che raggiunse il suo apice nella Seconda guerra mondiale ma che ancora oggi esiste.

Libri bene comune: un viaggio da Palermo a Trento

In una Italia in cui si legge sempre meno, qual’è il panorama delle biblioteche, importantissimo patrimonio del nostro paese? Da Palermo a Trento, una fotografia dell’Italia dei libri.

In Versilia alla ricerca della felicità

Cos’è la felicità? E quali strade possiamo intraprendere per perseguirla? Il Festival di Terra Nuova da appuntamento in Versilia il 5, il 6 e il 7 giugno per parlarne insieme.

Quando la letteratura cresce negli orti

L’agricoltura contadina, il mondo rurale, la vita a contatto con la terra. Sembrano parole d’ordine all’ultimo grido, ma per chi le indaga, le vive, le studia, non hanno nulla a che vedere con la moda. Scrittori di saggistica e narrativa si confrontano su questo tema.

Chi fa parte della scuola?

Il 5 maggio un movimento di massa si è espresso in difesa della scuola: una manifestazione combattiva e ampia che ha coinvolto non solo gli insegnanti, ma la società tutta.

Comunità senza sprechi. Idee e strategie

Ogni famiglia italiana spreca in media 400 euro all’anno di spesa. Uno studio di un centro di ricerca milanese analizza questo dato e cerca soluzioni a livello istituzionale. Anche dal basso ci si muove contro gli sprechi: dalla realizzazione di piattaforme online di “scambio di cibo” a libri illustrati di denuncia.

Consumare con lentezza

L’angolo bar di Come un albero non è un locale qualsiasi. E’ piuttosto una casa, all’interno della quale focacce e tisane sono servite con precisione e attenzione. Così come attentamente sono considerati i lavoratori di questa realtà nel cuore di Roma.

Da nord a sud, viaggio tra le filiere corte italiane

Marina organizza cene in cui produttori e consumatori mangiano allo stesso tavolo. L’associazione Biorekk coinvolge agricoltori e acquirenti nell’individuazione del prezzo di un prodotto. La rete SOS Rosarno accorcia la filiera di distribuzione delle arance calabresi. Obiettivo comune di queste esperienze? Costruire una cogestione del sistema di produzione del cibo.

Top