In Evidenza

Maestra Luna

Maestra Luna

“Il problema è che la nostra scuola parla sulle cose, intorno alle cose, ma la realtà è che noi stiamo dentro le cose”. Franco Lorenzoni, maestro della scuola elementare di Giove e cofondatore della Casa Laboratorio di Cenci, è una delle tante voci dell’audio documentario “Maestra Luna”. Educatori, mediatori, maestri e ragazzi raccontano un’educazione diversa,

Risponde l’operatore numero…

Terzo appuntamento con le interviste ad autori nell’ambito della rassegna di documentari sonori curata dalla nostra Agenzia. E’ la volta di Ornella Bellucci, che presenta il suo nuovo lavoro, l’inchiesta radiofonica  a puntate  sull’Italia dei call e contact center.

Ninnananna di Natale. Musica e storie dall’Orchestra di Piazza Vittorio

…ho fatto le parole de li bambini, quando dormi, come dormi, non c’è paura, dormi, la notte è bella, la luna molto bellissima… sentito la musica di ninna nanna turca, molto vicina alla melodia di Lamabedè …Ninderlì means to slep. Ninna nanna is halohilerio. Christmas is non an Indian festival…naninanni, tipo come in italiano “buon

Ascoltare la catastrofe. Intervista a Marcello Anselmo

Prosegue, nell’ambito della rassegna DOC, il programma di interviste e ascolti con autore proposto dalla nostra agenzia. Dopo il primo appuntamento con Roman Herzog e l’ascolto di estratti da Il ramo si piega davvero, è la volta di Marcello Anselmo, con una selezione di lavori dedicati al tema della catastrofe.

Dalle testimonianze tratte da

DOC: Il ramo si piega davvero!

  Intervista con Roman Herzog e ascolto di estratti del documentario. Il ramo si piega davvero! 150 anni fa, Giuseppe Garibaldi unì l’Italia, con poco successo. Infatti la storia del paese è caratterizzata dalle sue spaccature, geografiche, culturali e politiche. Da dove nasce questa mancanza di unità? E quali sintonie si possono trovare oggi in Italia?

«Il

Corti di DOC

Ultima puntata stagionale della rassegna di audio-documentari DOC. Proponiamo una selezione di lavori brevi, inizieremo con “Che suono ha l’attesa?”, di Alessia Rapone, per continuare con “L’ex cava Piccinelli. Una minaccia dimenticata” di Andrea Tornago (da Radiosveglia di Radio Popolare, del 12-1-2012). Avremo poi “Organismi Foresti” di Cinzia Franceschini, per chiudere con la riproposizione di

Expo 2015. Debito, cemento e precarietà

  L’esposizione universale milanese dovrebbe aprire i battenti nel maggio 2015. Parole d’ordine della comunicazione ufficiale sono la biodiversità, l’ecosostenibilità, e la sicurezza alimentare. Venduta alla città e al mondo come una grande opportunità di sviluppo, Expo nasconde però dei meccanismi perversi di sfruttamento del lavoro e del territorio, come evidenziato dai movimenti e comitati

Professione Pornografo

Non si può girare, ma si può montare. Si può guardare, ma chi ci lavora rischia di essere accusato di prostituzione. La pornografia oggi di mostra tutta la fragilità di un sistema che non ha saputo cogliere la grande occasione degli anni ’90, quando le porno-star riuscirono persino a farsi eleggere nel parlamento italiano.

Poveglia per tutti. Isola bene comune o peso morto da privatizzare?

Messa in vendita dal Demanio nell’ambito del programma di alienazioni di beni pubblici messo in campo dallo Stato Italiano (non certo isolato in ambito europeo) con la motivazione di far fronte al debito pubblico, l’Isola di Poveglia, nella Laguna Veneziana, è stata in un primo momento aggiudicata all’imprenditore Luigi Brugnaro, che ha vinto l’asta con

Re:Common Stories

Biodiversity Offsetting. I cosiddetti progetti di compensazione della biodiversità sono considerati da decine di organizzazioni di tutto il mondo come l’ennesimo meccanismo per finanziarizzare le risorse naturali. Il meccanismo si connota come la ricompensazione dei danni prodotti alla biodiversità tramite la ricreazione di detti ecosistemi altrove. In occasione della conferenza internazionale sul tema tenutasi allo

Top