Tag Archives: accoglienza

#8 Malta. Le due facce dell’accoglienza maltese

#8 Malta. Le due facce dell’accoglienza maltese

Il centro d’accoglienza Marsa è uno dei nove centri “aperti” esistenti a Malta, al contrario di altri è gestito da una fondazione privata e viene considerato un’eccellenza tra le strutture d’accoglienza dell’isola.

Case a porte aperte. L’ospitalità gratuita in Italia

Sono in crescita le realtà italiane nate con l’intento di ampliare le pratiche di ospitalità sul territorio, aggregando persone disposte ad aprire le porte delle loro case ai viaggiatori. Favorire l’intercultura, facilitare lo scambio e costruire qualcosa di nuovo insieme, sono i maggiori obiettivi di queste associazioni. “L’ospitalità gratuita, intesa come protezione di un forestiero

Accoglienza made in Italy. Luci e ombre di un sistema.

Lo SPRAR, il servizio nazionale di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, ha, da gennaio, quadruplicato i posti all’interno dei suoi progetti da 3.000 a 13.000. Ma se, a livello nazionale, non esistono poi seri percorsi di inserimento socio-lavorativo per chi è arrivato in Italia o quando trovare un lavoro e una casa decenti diventa impossibile, la domanda è d’obbligo: che tipo di accoglienza stiamo fornendo a chi riesce, dopo mille difficoltà, a raggiungere il nostro Paese?

Libertà e controllo: il piano ENA un anno dopo e il lancio dei droni EUROSUR

Ad un anno dalla chiusura dell’Emergenza Nord Africa c’è ancora qualcuno per cui il Piano ENA è terminato soltanto una settimana fa. Era il 18 gennaio scorso e il centro d’accoglienza autogestito di Pisa veniva svuotato dando però finalmente una casa e un lavoro agli undici rifugiati che lo avevano occupato per quasi un anno.

Balkan route: l’altra via per la Fortezza Europa

E’ conosciuta come Blakan route èd è uno dei percorsi più battuti dai migranti a seguito del rafforzamento dei controlli nel Mediterraneo e lungo la frontiera tra Grecia e Turchia. Negli ultimi tre anni questo percorso che, attraverso la Macedonia e la Serbia porta fino all’Ungheria, ha visto un traffico sempre maggiore: rispetto all’anno precedente nel

Balkan Route: i migranti viaggiano a oriente.

Quasi il 9% dei migranti che entrano nell’Unione Europea sceglie la via dei Balcani, più sicura e meno battuta dalle pattuglie della polizia europea. Viaggiamo allora alla scoperta della Serbia, dell’Ungheria e della Germania, paesi di transito o di destino per chi cerca di rifarsi una vita nella fortezza Europa.

Diritto Clandestino

Nelle settimane del suicidio nel CARA di Mineo (CT) e del video dei richiedenti asilo in fila, nudi, al freddo, in attesa della visita medica nel centro di prima accoglienza di Lampedusa, ci interroghiamo su qual è il livello dell’accoglienza per i migranti che sbarcano sulle nostre coste. Dov’è lo Stato di diritto e cosa

Passpartù 27: L’Italia viola la direttiva europea sui rifugiati

Il 17 Aprile circa trecento persone hanno occupato l’ex residence Leonardo Da Vinci, uno stabile alla periferia di Milano abbandonato da anni. Dopo cinque giorni di occupazione, lo sgombero delle forze dell’ordine. Gli occupanti erano tutti rifugiati o in protezione sussidiaria, aventi diritto all’accoglienza nel nostro Paese. L’Italia riceve fondi dall’Europa per occuparsi di loro,

Top