Blog Archives

La herida abierta

La herida abierta

    L’autrice chicana Gloria Anzaldua chiama il confine che divide il Messico dagli Stati Uniti la herida abierta, la ferita aperta dove il terzo mondo si scontra col primo e sanguina. Ed è su questa frontiera complessa che si trova Ciudad Juárez, una di quelle città in cui si concentrano le tante contraddizioni che

Il ballo del presidente – Back Beat 38

Regan invitò solo multimiliardari, Barack Obama ha iniziato a distribuire biglietti, che per il loro costo, potrebbero risultare proibitivi. Tutto è già pronto per la cerimonia inaugurale che il 20 gennaio prossimo alla Casa Bianca segnerà il definitivo passaggio delle consegne dall’era Bush alla nuova amministrazione. Per l’evento, che dopo il giuramento del nuovo presidente

Il controspionaggio alla Burger King

E’ solo l’ultima delle corporation americane pizzicate mentre controllava con mezzi illegali i propri dipendenti o gruppi esterni considerati scomodi. Regina del fast food a stelle strisce la Burger King corporation è finita nell’occhio del ciclone per aver fatto pedinare e spiare i membri della Student-Farmworker Alliance (SFA) un’associazione statunitense che da anni denuncia le

Usa e guerra in Iraq: un lustro senza lustri

Si avvicina il 5 anniversario dell’invasione statunitense dell’ Iraq, che inizio il 20 marzo del 2003. In questi cinque anni il dissenso contro la scelta di Washington si allargato sempre più anche nella società civile americana, stanca dello stillicidio delle vittime e sfiduciata dopo che la ragione ufficiale della guera, le armi di distruzione di

Stati Uniti impreparati alla guerra artica

– L’interesse crescente per la regione dell’Artico potrebbe presto sfociare in un conflitto armato – e gli Stati Uniti non sono pronti ad affrontarlo. Giunge dalla rivista Foreign Affairs l’ennesimo appello alla conquista del Mare Artico, zona che i cambiamenti climatici in atto rendono sempre più appetibile. Dopo l’exploit militare della Russia, che lo scorso

Top