Blog Archives

Ponte Radio 28

Nel bisettimanale sul Medioriente a cura di AMISnet ed Osservatorio Iraq stavolta parliamo sopratutto di Iran, dove monta la protesta all’indomani delle elezioni che hanno riconfermato Ahmadinejad alla presidenza della Repubblica Islamica. Ascolta Ponte Radio dal blog di Scirocco In questo numero: Libano: nonostante la vittoria elettorale, la coalizione del “14 Marzo” dovrà continuare a

Iran: arresti e feriti all’indomani della riconferma di Ahmadinejad

L’atmosfera è tesa a Teheran dopo la schiacciante riconferma del presidente Ahmadinejad nelle elezioni del 12 giugno. Gli altri candidati non hanno accettato il risultato del voto, denunciando blogli ed irregolarità, ed i loro sostenitori hanno riempito le strade della capitale prima di essere dispersi con la violenza dalla polizia che ha effettuato arresti persino

Ponte Radio 27

Oggi parleremo di Israele, con la proposta dell’ultra nazionalista Lieberman di abolire la memoria della Nakba palestinese, torneremo poi a Gaza per seguire la ricostruzione, o meglio la mancata ricostruzione nella striscia. Parleremo poi della questione curda in Turchia all’indomani dell’ondata repressiva contro i leader del DTP e concluderemo parlando di media in Iran ed

Iran: sigilli all’organizzazione per i diritti umani di Shirin Ebadi

il 21 dicembre le autorità iraniane hanno fatto irruzione senza mandato e chiuso a tempo indeterminato gli uffici dell’organizzazione per la difesa dei diritti umani diretta dalla giurista e premio nobel per la pace Shirin Ebadi. Il centro è stato accusati di svolgere attività politiche simili a quelle di un partito pur non avendone l’autorizzazione

Il medioriente dopo la “pax libanese” di Doha

Negli ultimi giorni, a partire dall’accordo tra le fazioni libanesi a Doha (Qatar) che ha messo fine a 18 mesi di crisi politica nel Paese dei Cedri, la situazione geopolitica nella regione appare molto dinamica: Siria ed Israele hanno annunciato contatti indiretti attraverso la mediazione turca, così come sono in corso trattative per una tregua

Iran: le elezioni senza campagna elettorale

Vincono le forze del presidente Mahmud Ahmadinejad alle elezioni per il Parlamento iraniano. La politica del paese si sposta sempre più a destra, e oggi la competizione più accesa è quella tra le due ali opposte del conservatorismo sciita. Sullo sfondo di queste elezioni, una campagna elettorale praticamente inesistente e una popolazione che si sente

Top