Blog Archives

Nuovi dati sui vecchi schiavismi nelle campagne d’Italia

Nuovi dati sui vecchi schiavismi nelle campagne d’Italia

Rosarno, Calabria. L’83% dei braccianti stranieri impiegati nella raccolta di clementine e arance non ha un contratto. Vulture, Basilicata. Qui il 98% dei braccianti vive in baracche, casolari abbandonati, tendopoli. È questa la cruda realtà delle campagne italiane che fotografa nelle sue pagine il rapporto “Terraingiusta 2015” di Medici per i diritti umani (MEDU).

Campagne ON AIR. Dalla raccolta del pomodoro a Radio Ghetto.

Estate 2014, mentre gli italiani si dividono tra bagni al mare e lavoro in città, le campagne italiane del sud Italia si ripopolano di braccianti stranieri arrivati per la raccolta del pomodoro. Una radio accende il generatore parte così la terza stagione di Radio Ghetto.

Oro rosso per mani nere: la stagione del pomodoro si avvicina

Ancora pochi mesi e i primi furgoncini carichi di braccianti sfrecceranno per le strade sterrate del sud Italia per trasportare migliaia di persone ai campi di pomodoro. Le baraccopoli si stanno ripopolando ma si sta muovendo anche qualcos’altro e forse quest’anno, tra istituzioni e associazionismo, le cose potrebbero iniziare a cambiare.

Top