La nostra storia in dieci tappe – #7 Nuovi formati

Per anni, prima con Amisnet ora con Echis, abbiamo cercato di raccontare la realtà che ci circonda attraverso la radio con documentari, programmi d’informazione e laboratori di auto-narrazione.
Nel 2016 però qualcosa è cambiato. Prima la collaborazione con l’associazione Laboratorio 53 poi con il collettivo Camera 237 ci hanno portato a confrontarci con nuovi formati.
La realtà era sempre lì, nei nostri lavori, in quell’intervallarsi di onde sonore e silenzi che ben conoscevamo, ma non era più raccontata pedissequamente.
Compressori, filtri, distorsori, riverberi e delays stravolgevano la realtà che eravamo abituati a conoscere dando ai suoni sfumature potenzialmente infinite, tinte più chiare o più cupe a seconda delle nostre necessità espressive. Le parole lasciavano il posto ai silenzi o ai frastuoni e noi ci inoltravamo in un campo che fino a quel momento non avevamo mai esplorato.
All’ascoltatore chiedevamo di seguirci in un tragitto che non era più definito dal susseguirsi temporalmente preciso di eventi e storie, ma era invece il frutto di un percorso puramente emozionale e che pure manteneva, al di là del suo simbolismo, una funzione politica e sociale chiara.

The Moon is Down

 

“The Moon is Down” è la prima di queste nostre produzioni. Un viaggio intorno ai luoghi e ai momenti che più connotano i primi anni di vita di un richiedente asilo in Italia: il momento dello sbarco, la quotidianità del centro d’accoglienza, il contatto con la società e la cultura italiana, i continui appuntamenti in questura per le mille incombenze relative al permesso di soggiorno. In”The Moon is Down” non c’è una vera e propria narrazione ma un susseguirsi di paesaggi onirici che tracciano un percorso prima di tutto emotivo che va dalla paura alla noia, dall’eccitazione allo sconforto e poi infine alla rabbia e alla speranza. Una denuncia dell’abbrutimento cui sono costretti i richiedenti asilo in Italia tra immobilismo istituzionale, speculazione economica, discriminazione e populismo.

Inizialmente pensato per accompagnare una performance di Danza Movimento Terapia del gruppo di Auto-Mutuo-Aiuto di Laboratorio 53, “The Moon is Down” ha acquistato lentamente una forma autonoma venendo selezionato nel 2016 per il Grand Prix Nova, premio internazionale di fiction radio e sound art organizzato ogni anno della radio pubblica rumena.

Top