Spagna: prove di un altro giornalismo possibile

SaltamosUn’alleanza di oltre venti media indipendenti punta in Spagna a rompere il grigiume dell’informazione mainstream.

A partire dal 2017 Salto prenderà il posto di una serie di realtà che da Barcellona a Siviglia passando per Oviedo e Madrid sono state fino ad oggi punti di riferimento dell’informazione indipendente.

Salto, spiegano, non sarà una semplice rete ma un progetto molto più ambizioso che punta alla nascita del primo grande media nazionale finanziariamente sostenuto dalla gente. “Salto” si legge sul sito saltamos.net “è una proposta aperta a tutti i media che condividono una stessa idea di comunicazione. L’adesione ruota attorno a 4 principi cardine: un giornalismo che non dipenda economicamente dalla pubblicità, che funzioni in modo orizzontale, un’informazione di qualità e rigorosa e infine un progetto che sostituisca al paradigma della competizione e competitività tra media quello della cooperazione”.

Dalla rivista Diagonal al periodico femminista Pikara News al progetto di contro informazione economica Salmòn Contracorriente fino all’audiovisivo con Siberia Tv e alle radio del gruppo di radio del salto, le realtà che hanno deciso di unirsi al processo sono molte e molto diverse. Differente sarà anche il tipo di partecipazione che intendono dare al contenuto del Salto. Qualcuno come Pikara manterrà in vita il proprio sito; qualcun altro, come Diagonal, ha deciso invece di confluire completamente nel nuovo progetto.

 

Top