Spose Bambine

Girl-on-stool_02

Madina, giovane rifugiata afghana residente a Perugia, non può tornare nel suo paese a causa di una “sentenza” di matrimonio forzato: quando era in Afghanistan, infatti, era stata promessa in sposa a un membro di una famiglia rivale per mettere fine a una faida familiare. L’uomo promesso è un anziano già sposato e padre di 7 figli, a cui avrebbe dovuto fare da schiava (questo il destino della donna nelle nozze “riparatorie” come questa).

Yasmina, che è ancora una ragazzina, è stata ritirata dalla scuola che frequentava a Roma per essere riportata in Bangladesh, e così facendo “recuperare” la cultura d’origine in attesa di sposarsi in un matrimonio forzato con un uomo molto più anziano di lei.
I due nomi – Madina e Yasmina – sono di fantasia, non così le storie, riportate rispettivamente da Redattore Sociale e dal Corriere della Sera. Il problema, purtroppo, non si limita a queste due storie: Unicef prevede che, nel 2016, 15 milioni di ragazze minorenni saranno costrette a sposarsi; e calcola che 700 milioni di ragazze che oggi hanno tra i 20 e i 24 anni sono state obbligate alle nozze prima dei 18 anni.
Per quali ragioni simili pratiche sono ancora così diffuse in molti paesi? Come fare per combatterle?
Ne parleremo con Sattar, richiedente asilo afghano, e con Daniel, rifugiato bengalese.

Specchio Straniero è una trasmissione curata dai richiedenti asilo e dai rifugiati ospitati presso i centri SPRAR del Consorzio Italiano di Solidarietà di Trieste.

Puoi contattare Specchio Straniero scrivendo a: specchiostraniero@gmail.com

Specchio Straniero è trasmesso da:
Radio Flash (Torino, 97.6) martedì 15.00 (in replica martedì 20.00)
Radio Beckwith (Torino) martedì 7.00 (in replica sabato 9.00)
Radio Fragola (Trieste, 104.5-104.8) domenica 15.35
Radio Onda d’Urto (Brescia, 99.6 – Milano, 98.0 – Nord-Est) sabato 9.35
Radio Kairos (Bologna, 105.85) lunedì ore 18.00 (in replica sabato 22.30)

Top