Nuovi dati sui vecchi schiavismi nelle campagne d’Italia

191148416-a499be8d-46ee-45fe-95a9-9d58f5085d6c
Rosarno, Calabria. L’83% dei braccianti stranieri impiegati nella raccolta di clementine e arance non ha un contratto. Vulture, Basilicata. Qui il 98% dei braccianti vive in baracche, casolari abbandonati, tendopoli. È questa la cruda realtà delle campagne italiane che fotografa nelle sue pagine il rapporto “Terraingiusta 2015” di Medici per i diritti umani (MEDU).

Da circa due anni infatti MEDU, in collaborazione con l’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione (ASGI) e con il Laboratorio di teoria e pratica dei diritti (LTPD) dell’Università Roma 3, monitora le condizioni sanitarie, di vita e lavoro dei braccianti stranieri impiegati in agricoltura nelle campagne italiane.
I dati riportati nel rapporto dipingono un panorama agricolo nazionale non solo drammaticamente immutato rispetto agli anni passati, ma se possibile addirittura peggiorato a causa di legislazioni di tutela inefficaci (vedi la “legge Rosarno”) e di progetti di riforma territoriali (come il progetto “Capo Free Ghetto Off” della Regione Puglia) mediaticamente attraenti ma concretamente sviliti e inapplicati.
È in questo desolato campo di battaglia che si fa strada la proposta, avanzata da singoli e associazioni, della normalizzazione del caporale: figura disprezzata da media e sindacati, ma ingranaggio cruciale di una macchina perversa di sfruttamento che vede al suo vertice le multinazionali della trasformazione e della distribuzione dei prodotti agroalimentari.

Ospiti della puntata:
Alberto Barbieri, Coordinatore generale di MEDU
Giulia Bari, Coordinatrice progetto “Terra Giusta”
Laura Del Matto, Medico
Enrica Rigo, Giurista e docente dell’Università Roma 3

Passpartù:
Per saperne di più leggete il rapporto “Terraingiusta 2015”
La selezione musicale è curata da: Jahman
Passpartù, la radio a porte aperte è un programma a cura di Marco Stefanelli
In redazione questa settimana: Marta Menghi, Giorgio Sammito, Marco Stefanelli
Per notizie, suggerimenti e commenti scriveteci a: passpartuitalia@gmail.com

Passpartù è trasmesso da:
Radio Onde Furlane (Udine e Gorizia, 90.0) sabato 11.00
Radio Fragola (Trieste 104.5 – 104.8) domenica 10.40
Radio Onda d’urto (Brescia, Cremona, Piacenza, 99.6) sabato 9.30
Radio Beckwith (Torino) sabato 8.00 (in replica martedì 7.00)
Radio Flash (Torino 97.6) venerdì 15.00 (in replica venerdì 20.00)
Radio Città Fujiko (Bologna, 103.1) sabato 8.00
Radio Kairos (Bologna, 105.85) domenica 18.00 (in replica giovedì 15.00)
Radio Città Aperta (Roma, 88.9) sabato 11.00
Basilicata Radio 2 (Potenza 106.6, Matera e Taranto 93.8) venerdì 20.35
Radio Dirittozero (Web) martedì 20.00
Radio ROARR (Web) mercoledì 18.30
Radio Sonar (Web) mercoledì 15.30

Related posts

Top