Expò 2015 e servitù militari

feeding_persito

Chiara è un’attivista e una pacifista del GAS NO Dal Molin di Vicenza. La sua città ospiterà dal 17 al 19 Aprile l’incontro di “Genuino Clandestino”. Durante l’incontro si parlerà di produzione alimentare, OGM, accesso alla terra e soprattutto di Grandi Opere, come l’Expo 2015.

Ascolta la prima puntata di “Feeding the Planet?”:

“In particolare discuteremo di ciò che sta accadendo a Milano” spiega Chiara “tra pochi giorni l’Esposizione Universale aprirà i battenti e le contraddizioni di questo evento sono moltissime”. “Vicenza è particolarmente coinvolta con i malaffari che ruotano attorno all’Expo. Basti ricordare che Maltauro, uno dei più grandi costruttori della nostra città – realizzatore, tra l’altro, del villaggio per i militari della base americana Dal Molin – è anche uno dei personaggi coinvolti nello scandalo Expo, accusato di corruzione”.

Nella prima puntata di “Feeding the planet?” Chiara Spadaro racconta dei legami tra Expo e servitù militari, ma anche delle alternative esistenti, come il GAS NO Dal Molin (gruppo di acquisto a tutela dei contadini locali nato in seno al presidio contro la base militare americana), e la rete Genuino Clandestino, la rete di contadini e agricoltori per l’autodeterminazione della produzione alimentare.

Questa puntata fa parte di una serie di cinque audio realizzati per l’anno Internazionale del suolo. E’ stata prodotta con il sostegno dell Associazione mondiale delle radio comunitarie, in collaborazione con la FAO, l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura che nel 2015 celebra il suo settantesimo anniversario.

Related posts

Top