Io conto, tu ti nascondi

io-contoIO CONTO, TU TI NASCONDI

Un documentario di Marzia Coronati
Prodotto da Amisnet
Durata Cinque puntate da 15’00”
Anno 2014

“Quando sono grande voglio giocare da sola”. Viola ha tre anni, a chi le chiede cosa vuole fare da grande risponde che il suo lavoro è giocare. E sogna un futuro in cui potrà farlo in autonomia, lontano dagli sguardi dei grandi.
Il gioco è una delle componenti essenziali della nostra vita, ma più cresciamo più tendiamo a dimenticarlo. Giocare significa esplorare i propri limiti, acquisire la capacità di spostarsi da un ruolo a un altro, “di cambiare cornice”. Lo spiegano i numerosi esperti della cultura del gioco che intervengono in questo audio documentario in cinque puntate.
Secondo i protagonisti di questo lavoro – maestri, costruttori di giocattoli, ricercatori, pedagogisti, educatori di strada – il divertimento è la base fondamentale della scelta. Quando un individuo ha la possibilità di scegliere se mettersi in gioco, allora lì sta passando un conflitto interno: se si è disposti a rischiare di fare una brutta figura o di sbagliare ci si permette anche di scoprire delle cose nuove. Chi si astiene dal gioco ha paura di cadere nel ridicolo, e se ne sta tutto rigido nella sua cosiddetta serietà, mentre il gioco chiede sempre che ci si metta in gioco lasciandosi andare. “Ciò che il gioco sregola è il sè stesso del giocatore”.

 

Related posts

Top