Corti di DOC

orologio_senzalancette

Ultima puntata stagionale della rassegna di audio-documentari DOC. Proponiamo una selezione di lavori brevi, inizieremo con “Che suono ha l’attesa?”, di Alessia Rapone, per continuare con “L’ex cava Piccinelli. Una minaccia dimenticata” di Andrea Tornago (da Radiosveglia di Radio Popolare, del 12-1-2012). Avremo poi “Organismi Foresti” di Cinzia Franceschini, per chiudere con la riproposizione di “Viaggio in Business Class” di Elise Melot, già andato in onda su queste frequenze.


-Che suono ha l’attesa?
di Alessia Rapone
Molti si chiedono come abbia fatto Penelope ad aspettare Ulisse, se Waiting for Godot abbia più senso oggi di ieri, se Il deserto dei Tartari è in realtà una condizione perenne. 
Che suono ha l’attesa? è la versione italiana del “cortoascolto” Wie klingt die Erwartung?, entrato in concorso alla 5a edizione del Berliner Hörspielfestival, il festival degli audio drammi originali a Berlino. Nel presente in cui tutti corrono c’è chi resta e aspetta, come il portiere che in campo esercita l’arte di “stare”, come l’amante alla stazione prima dell’arrivo del treno, come chi guarda il mare. Che suono ha la loro attesa? Con la tecnica del flusso ininterrotto di coscienza, l’audio dramma a una voce passa con disinvoltura attraverso diverse situazioni d’attesa, cogliendone gli aspetti più intimi eppure più comuni, registrandola come stato fisico, tensione verso un cambiamento, pratica di resistenza quotidiana.

La ricerca di un suono è in realtà la ricerca di senso e il finale di liberazione è un lieto fine d’inganno: l’attesa resta tempo pieno, carico di valore, al di là del futuro che prepara, “ché ogni giorno recita la sua parte”. L’attesa non è uno “Zwischenzeit”, un tempo in mezzo a un “prima” o un “dopo” più importanti del presente.
Che suono ha l’attesa? fa parte di un progetto indipendente di “cortoascolti”, dedicato alla realtà quotidiana in chiave letteraria.
Dentro Che suono ha l’attesa? ci sono almeno tre riferimenti a romanzi italiani e stranieri contemporanei. Gioco in cinque minuti, soluzione da dare scrivendo a arapone[at]gmail[dot]com
Su audiodoc.it anche la versione originale tedesca Wie klingt die Erwartung?
In italiano con la voce di Andrea Martella. In tedesco con la voce di Christoph Hülsen. Musiche originali di Sergio De Vito

Alessia Rapone, giornalista e copywriter. Lavora per la comunicazione interna di una grande azienda e realizza progetti crossmediali. Laureata in Scienze della Comunicazione, ha collaborato con radio e con agenzie di stampa dedicate agli italiani all’estero.
Nel 2011 produce Parole in cuffia, audio dramma sul lavoro e l’ascolto, blog e spettacolo teatrale al buio. Per Parole in cuffia nel 2012 riceve la menzione speciale al Premio Marco Rossi.
Nel 2013 partecipa alla 5a edizione del Berliner Hörspielfestival, il festival degli audio drammi originali a Berlino, con il “cortoascolto” Wie klingt die Erwartung? (Che suono ha l’attesa?, in italiano), con cui entra tra i finalisti per la categoria specifica.
Gira per Roma col registratore per cogliere suoni e umori della città che più ama e che per questo vorrebbe migliore. Parla volentieri l’inglese, il francese e soprattutto il tedesco.
E’ socia dell’associazione di audio documentaristi Audiodoc.

-L’ex cava Piccinelli. Una minaccia dimenticata
di Andrea Tornago
Reportage sulle ex cave nei pressi di Brescia trasformate in discarica abusiva di rifiuti radioattivi. I rischi per la popolazione sono tangibili e arrivano fino alla probabile contaminazione delle falde acquifere che riforniscono la città. I responsabili istituzionali latitano.

Andrea Tornago, giornalista pubblicista, collabora con Radio Popolare, il Manifesto e il ilfattoquotidiano.it. Nel 2013 vincitore con “L’ex cava Piccinelli. Una minaccia dimenticata” del Premio Sabrina Sganga per il miglior prodotto giornalistico radiofonico del 2012 e del Premio Roberto Morrione – Ilaria Alpi con la video-inchiesta “La Forestale dei veleni”. Giornalista praticante presso la scuola di giornalismo «Walter Tobagi» dell’Università Statale di Milano/Ifg.

-Organismi Foresti
di Cinzia Franceschini
Organismi foresti è stato realizzato per il programma di Radio3 Zazà. Attraverso le voci del biologo marino Luca Mizzan e del pescatore di Burano Omar Rosso racconta come è cambiata la fauna della laguna di Venezia negli ultimi decenni. Da una parte, le specie straniere, spesso esotiche, che si sono insediate soppiantando quelle autoctone. Dall’altra l’attività umana che modifica l’ecosistema e influenza gli equilibri della natura. Il risultato è una laguna diversa, in continua evoluzione e dove la biodiversità è ogni giorno più a rischio.

Cinzia Franceschini, giornalista freelance e autrice di documentari radiofonici. Ex praticante della Scuola Walter Tobagi di Milano, ora vivo a Roma e collaboro con diversi giornali, siti e radio. Mi occupo soprattutto di temi legati al mondo del lavoro e di ambiente. Nel 2012 ho vinto il premio Marco Rossi con il documentario Terra realizzato per Radio Popolare Roma.

-Viaggio in Business Class
di Elise Melot
Si allacciano le cinture e si parte! Riflessione sul consumo, il viaggio, e la manipolazione dei suoni…

Elise Melot, giornalista, nata e cresciuta in Francia, con la radio accesa. Ha vissuto qualche anno in Italia, a Roma, dove ha lavorato per l’agenzia radiofonica Amisnet. Ha realizzato e co-realizzato audiodocumentari per diverse emittenti, italiane e svizzere. Per informazioni: elise.melot@gmail.com

Doc è trasmesso da:

Radio Flash (Torino, 97.6) lunedì 15.00 – replica lunedì 20,00
Radio Kairos (Bologna, 105.85) mercoledì 13,00 – replica sabato 19.00
Radio Onde Furlane (Udine – Gorizia 90.0) sabato 15.00 – replica sabato 01.00 (notte)
Radio Città Fujiko (Bologna, 103.1) domenica 08,30
Radio Ciroma (Cosenza 105,7) lunedì 17.0o
Novaradio (Firenze, Mugello, 101,5) sabato 24.00 – replica giovedì 23,00
Radio Popolare Salento
Radio Sonar (web)

 

 

 

Top