Elogio delle erbacce

fiore

 

Cosa distingue un’erbaccia da una pianta che acquistiamo dal vivaio? Cosa la rende indesiderabile? Questa classificazione, spiegano i maggiori botanici della storia, fa parte del tentativo dell’uomo di tracciare confini tra natura e cultura.

“Naturalmente le erbacce non hanno uno scopo, meno che mai quello di ostacolare i nostri piani meglio architettati. Come tutti gli esseri viventi, semplicemente “sono”. Ma esaminando la nostra lunga relazione di amore-odio considerare la loro posizione nell’ordine ecologico delle cose potrebbe rivelarci molto”. Elogio delle erbacce, Richard Mabey

In questa puntata:

Il primo maggio 1945, tra le rovine della Savoy Chapel di Londra, colpita quattro volte dalle bombe, un nuovo ecosistema era attecchito tra le macerie. La felce aquilina tappezzava la navata centrale, ricorda il botanico Richard Mabey, mentre lo stramonio era spuntato nelle cantine di Cheapside da poco invase dal sole e quasi ovunque si vedeva la cresta porpora  del garofanino di bosco.

Le erbe spontanee da sempre prosperano in compagnia degli esseri umani, germogliando lì dove vengono sovvertiti i modelli stabiliti. Per centinaia di migliaia di anni l’alimentazione si è basata sulla caccia e sulla raccolta delle piante selvatiche, fin quando poi l’uomo non è passato a contrastarle con falciatrici e diserbanti. Oggi però le cose sembrano cambiare di nuovo. Gli agricoltori guardano con interesse al verde selvatico, attratti dalla resistenza e dalle molteplici proprietà organolettiche che molte “erbacce” possiedono. Non sorprenderebbe insomma se tra qualche secolo nelle dispense trovassimo papaveri al posto dei pomodori.

Ospiti della puntata:

Davide Ciccarese, agronomo
Lorenza Zambon, attrice-giardiniera di Teatro e natura

In redazione:
Andrea Cocco

Terranave

Terranave è un programma di Marzia Coronati
La rubrica  Lu Cuntu è a cura di Andrea Cocco
L’articolo della settimana: Subcomandante Marcos, adiòs
Per informazioni o consigli scrivete a radioterranave@gmail.com
Terranave è trasmesso da:
Radio Flash (Torino, 97.6)  giovedì 15 (replica giovedì 20,00)
Radio Kairos (Bologna, 105,85)  sabato 13,00 (replica giovedì 14,30)
Radio Indygesta (Web Radio)
Radio Onda d’urto (Brescia, Cremona, Piacenza, 99.6) mercoledì 13,30
Radio Ciroma (Cosenza, 105,7) giovedì 17,00
Radio Onde Furlane (Udine e Gorizia) sabato 17,30
Radio Beckwith (Torino) mercoledì 14,30 (in replica domenica 13,30)
Radio Gold (Alessandria)
Radio Popolare Salento (Lecce, Taranto)
Radio Roarr (web radio) martedì 17,30
Radio Sonar (web radio)

 

 

Top