#2 La valla

Una tripla recinzione alta fino a sei metri e lunga quasi undici chilometri. Questa è Melilla città fortezza protetta da sensori volumetrici e decine di telecamere, pattuglie di intervento rapido e migliaia di agenti impegnati unicamente nell’attività di controllo della frontiera. Ex clave spagnola in Marocco, Melilla si trova ad una decina di chilometri di distanza da Nador importante città marocchina, ma il suo destino non è stato sempre quello di essere separata dal resto dell’Africa. Di fronte a questa frontiera tecnologica e letale i vecchi abitanti di Melilla ricordano quando a proteggere l’Europa da un’invasione inesistente c’era un semplice ammasso di filo spinato alto a malapena un metro e ricordano anche quando le famiglie passavano da un lato all’altro senza problemi eccessivi. Oggi i diritti umani, in questa città che l’Europa stessa ha relegato all’infimo ruolo di barriera contro l’immigrazione, sono sempre meno rispettati.

La Valla è il secondo audio racconto di Questo mare è di piombo, una rubrica realizzata da Amisnet nell’ambito del progetto “Across the sea”,con il contributo della Anna Lindh Foundation e in partenariato con il Servizio Civile internazionaleActive visionGeminarie group,Asociacion pro Derechos Humanos de Andalucia

Questo mare è di piombo è la storia collettiva di alcune delle rotte che attraversano il Mediterraneo raccontata da migranti, guardie di frontiera, pescatori e trafficanti. Un percorso sonoro in 12 tappe, che si snoda lungo i confini, i centri di detenzione, i porti secondari e le tante terre di nessuno disseminate sulle coste. Luoghi in cui il tempo è sospeso e i migranti restano in attesa di una porta che si apra per poter passare alla tappa successiva. Dall’enclave spagnola di Melilla, al centro di Masra a Malta passando per il porto di Zarzis in Tunisia e poi la Libia, il Sinai e il confine con Israele.

Dal 18 marzo fino al 3 giugno ogni martedì i 12 audio-cortometraggi saranno pubblicati suRedattore sociale e su Amisnet.

 

Across the sea

Related posts

Top