DOC: Mariella + Viaggio in Business Class

Mariella
Mariella Mehr, nata in Svizzera ma da anni residente in Italia, è una scrittrice di romanzi, poesie e opere teatrali.

Sul suo sito www.mariellamehr.com troviamo scritto:‹‹il soggetto dei romanzi di Mariella Mehr è la violenza, sia la violenza sopportata delle vittime, sia quella usata dell´usurpatore. La sua letteratura è una lotta permanente contro l´intolleranza, il razzismo e la discriminazione››.
Mariella Mehr è una jenisch, fa parte cioè di una popolazione rom presente soprattutto in Germania e in Svizzera.
Dal 1929 fino al 1972 la Confederazione svizzera, attraverso il progetto “Bambini di strada maestra” affidato all´organizzazione privata Pro-Juventute, ha messo in atto un disumano programma con l´intento di cancellare la cultura e il popolo stesso degli jenisch.
Mariella Mehr, come altri 600 bambini, è stata così sottratta con forza alla propria famiglia. Richiusa prima in istituti per l´infanzia, poi in ospedali psichiatrici e in prigione e, infine, affidata a una famiglia svizzera. Le è stato proibito di rivedere sua madre. Ha subito violenze, elettroshock. A 18 anni le è stato tolto il proprio figlio.
Il metodo della fondazione Pro-Juventute era quindi quello di combattere il nomadismo sottraendo sistematicamente i figli jenisch ai propri genitori, cancellando ogni traccia della loro identità e origine.
Ma, assieme ad altre madri jenisch e con l´aiuto di alcuni giornalisti svizzeri, Mariella Mehr ha denunciato le attività illegali della Pro-Juventute facendo così scoppiare uno scandalo che ha portato, nel 1973, alla sospensione del programma. Tuttavia, la Confederazione svizzera ammetterà le proprie responsabilità politiche e morali solamente nel 1987.

Mariella
Un documentario radiofonico di Andrea Giuseppini
Durata 20′ 26′ Anno 2009
Per informazioni: audiodoc@audiodoc.it
Documentarista radiofonico, Andrea Giuseppini è cofondatore di Audiodoc.

 

Viaggio in Business Class

Si allacciano le cinture e si parte! Riflessione sul consumo, il viaggio, e la manipolazione dei suoni…

Viaggio in Business Class
Un documentario radiofonico di Elise Melot

Per informazioni: elise.melot@gmail.com
Elise Melot, giornalista, nata e cresciuta in Francia, con la radio accesa. Ha vissuto qualche anno in Italia, a Roma, dove ha lavorato per l’agenzia radiofonica Amisnet. Ha realizzato e co-realizzato audiodocumentari per diverse emittenti, italiane e svizzere.

 

Una terra per noi operai (pillola 9/10)

Il 24 febbraio del 2010 sbarca all’isola dell’Asinara un gruppo di cassintegrati della Vinyls di Porto Torres, occupando il carcere della diramazione centrale per protestare contro la chiusura degli stabilimenti. L’occupazione sarebbe durata fino a giugno del 2011 quando, dopo 15 mesi di vita tra le sbarre, l’ultimo operaio rimasto avrebbe deciso di abbandonare l’isola. Termina qui l’unico reality “reale“, scriveva allora il blog ufficiale della protesta. “Un reality, senza vincitori ma con una grande  paura all’orizzonte: il fallimento.”

Il reportage è il frutto della collaborazione di Amisnet con il collettivo fotografico Don Qixote ed è stato girato nell’agosto del 2010, a sei mesi dall’inizio della protesta. E’ composto da 10 pastiglie sonore e ognuna di queste accompagnava una fotografia all’interno di un’esposizione realizzata dalla fotografa Chiara Dalmaviva.

DOC è trasmesso da:

Radio Flash (Torino, 97.6) lunedì 15.00 – replica lunedì 20,00
Radio Kairos (Bologna, 105.85) mercoledì 13,00 – replica sabato 19.00
Radio Onde Furlane (Udine – Gorizia 90.0) sabato 15.00 – replica sabato 01.00 (notte)
Radio Città Fujiko (Bologna, 103.1) domenica 08,30
Radio Ciroma (Cosenza 105,7) lunedì 17.0o
Novaradio (Firenze, Mugello, 101,5) sabato 24.00 – replica giovedì 23,00
Radio Popolare Salento
Radio Sonar (web)

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported.

 

Top