Passpartù 26: Il lavoro in lingua Bangla

84496662“Mai vista una crisi così negli ultimi venti anni, tantissimi piccoli alimentari stanno chiudendo e io ci ho rimesso 150.000 €”. Le parole di Batti Asmat Ullah, grossista pakistano che a Roma rifornisce centinaia di alimentari etnici e italiani ci danno lo stimolo per riflettere sulla vita e il lavoro dei tanti piccoli commercianti stranieri che, arrivati in Italia, hanno deciso di avviare una propria attività imprenditoriale.

Quello che abbiamo trovato con le nostre interviste, negli alimentari etnici come nelle lavanderie gestite da stranieri, sono turni di lavoro massacranti, lavoro nero e in alcuni casi, una vera e propria alienazione sociale. Oltre a questo però c’è altro: Bachu, presidente dell’associazione Dhuumcatu, ci racconta che nella comunità bengalese come in quella pakistana regna una sincera solidarietà fatta, nei momenti di difficoltà, anche di prestiti personali tra amici e parenti. Un sistema, questo dei prestiti informali, che certo ha permesso a molti di risalire la china ma che rischia, con la stessa facilità, di scadere nell’usura.

Dalla crisi del piccolo commercio e dal focus sulle comunità bengalesi e pakistane in Italia i nostri microfoni si dirigono, in chiusura di trasmissione, nei luoghi su cui più volte Passpartù ha fatto luce in questa stagione: le campagne.

Nonostante la stagione di raccolta di pesche e pomodori sia infatti ancora lontana, nelle campagne pugliesi come in quelle piemontesi i braccianti stranieri si preparano alla solita estate in catene: l’emergenza abitativa fatta di ghetti abusivi e tendopoli indecenti non è stata infatti risolta dalle istituzioni locali, così come il problema del lavoro nero e del caporalato quest’ultimo, vera alternativa ai centri per l’impiego.

 

Ospiti della puntata:

In redazione: Khaldoun, Marco Stefanelli, Seguici su

Ascoltaci in FM:

Radio Onde Furlane – Udine, Gorizia, Pordenone – 90.0 Mhz | sabato 11,00 – replica domenica 12,30
Radio Onda d’Urto – Brescia Cremona Piacenza – frequenze | lunedì 20,00
Radio Beckwith – Torino, Cuneo – 87.800, 96.550 Mhz | lunedì 20,30 – replica sabato 8,00
Radio Città Aperta – Roma e Lazio – 88.900 Mhz | sabato 10,15
Radio Flash – Torino – 97.6 Mhz | venerdì 21,30
Radio Ciroma – Cosenza – 105.700 Mhz | lunedì 19,30
Radio Kairos – Bologna – 105.85 Mhz | sabato 14 – replica lunedì 23,30
Radio Citta Fujiko – Bologna – 103.100 Mhz | sabato ore 7,30
Radio Fragola – Trieste – 104.500 Mhz | venerdì ore 10,30

Top