L’Alchimista 17: Cipro, salvataggio o rapina?

cipro file bancomat 16.3.13_280xFreeLe difficoltà del sistema bancario della Repubblica di Cipro hanno tenuto con il fiato sospeso le borse di mezzo mondo, con il timore che le difficoltà del piccolo stato insulare contagiassero in primis l’Europa. Dopo mesi di estenuanti trattative tra governo di Nicosia e autorità comunitarie, la situazione è precipitata nelle ultime settimane. Il piano di rientro messo a punto dai tecnici di Bruxelles prevedeva l’erogazione di 10 miliardi di euro, alla condizione che Nicosia di impegnasse a prelevare forzosamente dai correntisti dell’isola un ingente quantitativo di denaro. Immediata la reazione popolare – con l’inevitabile corsa ai bankomat – seguita dalla bocciatura del piano in parlamento.  Dopo una settimana di ulteriori trattative, durante le quali Cipro ha vagliato tutte le altre ipotesi a disposizione (non ultima la possibilità di ottenere gli aiuti da Mosca) finalmente l’accordo.  Il congelamento dei conti riguarderà solo quelli superiori ai 100.000 euro, cui verrà applicato un copioso ma ancora indefinito prelievo. Tutti gli altri verranno garantiti, mentre la Banca Popolare di Cipro (Laiki) – principale istituto esposto nei confronti del debito greco – verrà scorporata in una bad bank e in una good bank.

Scongiurata l’applicazione di prelievi coatti a tutti i correntisti ciprioti, la soluzione trovata costituisce comunque un precedente su cui riflettere e che lascia non poche perplessità ai cittadini ciprioti. “La sensazione di essere stati colonizzati dall’UE è molto evidente” – commenta Francesco Grisolìa, antropologo presso Università di Siena e collaboratore di Osservatorio Balcani e Caucaso, “e dopo quanto accaduto la Repubblica di Cipro dovrà ripensare radicalmente il proprio sistema economico”. Cipro ha infatti fondato il proprio benessere negli ultimi decenni su condizioni bancarie che favorissero l’accesso a investitori stranieri, russi, mediorientali e cinesi in testa. “Le dimensioni della finanza cipriota, l’immenso squilibrio tra economia reale e finanziaria (un rapporto di 8 a 1)” – commenta Andrea Baranes della Fondazione Culturale Banca Etica – “sono tra le cause principali del tracollo di Cipro. Una finanza ipertrofica che cerca profitti infinitamente più grandi dei capitali di cui dispone, appena qualcosa va storto anche le dimensioni dei problemi si moltiplicano”.

Non pochi i problemi che rimangono da risolvere sull’isola. Primo tra questi capire cosa effettivamente comporterà la decisione di operare i prelievi forzosi sui correntisti più abbienti. Questi ultimi provengono in larga parte dalla Russia, ed è presumibile che a seguito di queste circostanze vi sia una fuga di capitali dall’isola.  “Difficile fare previsioni” – continua Grisolìa – “ma è probabile che nulla sarà come prima a Cipro”. I costi di questa ristrutturazione economica potranno essere molto elevati ed è ad oggi impossibile calcolarli. “Il timore è che ancora una volta saranno i cittadini a pagare” – commenta Baranes.

Di fatto è stato scongiurato il fatto che Cipro potesse volgere definitivamente il proprio sguardo ad oriente, ottenendo sostegno dalla Russia anzichè dalla Unione Europea. In ballo, oltre ai giacimenti di gas naturale recentemente scoperti nei dintorni dell’isola, la possibilità per capitali esteri (spesso di dubbia provenienza) di accedere al mercato europeo tramite  la “testa di ponte” Cipro. “Una questione di egemonia all’interno degli equilibri continentali” – conclude Grisolìa – “con Cipro che probabilmente ha fatto valere questo potere contrattuale in sede di trattativa con l’UE”.

Ospiti della trasmissione:

-Francesco Grisolìa, antropologo Università di Siena e collaboratore di Osservatorio Balcani e Caucaso
-Andrea Baranes, Fondazione Culturale Banca Etica

L’Alchimista viene trasmesso da:

Radio Citta Fujiko,  il  lunedì alle ore 13.00
Radio Beckwith, il mercoledì alle ore 10.00 e in replica la domenica alle ore 13,30
Radio Flash, il martedì alle ore 20
Radio Kairos, il mercoledì alle ore 15,30 e in replica il sabato alle ore 20.00
Radio Asterisco, il martedi alle ore 11.00 e alle ore 21.00 e il giovedì alle ore 10.00 e alle ore 16.00

In redazione: 
Ciro Colonna, Khaldoun

 Ascolta le altre puntate de L’Alchimista

 

 

 

 

Top