Terranave 23: La finanza va in campagna

orto  A Scansano, nella Maremma toscana, dal 2011 un’azienda agricola produce frutta, verdura, olio e miele. La novità? I lavoratori sono sei, ma i proprietari sono più di ottanta. Si tratta di uno dei progetti GAT, Gruppo acquisto terreni, un nuovo modello di gestione economica che prevede l’acquisto condiviso di una tenuta agricola da parte di piccoli imprenditori. Una risposta alla “finanza casinò” che sta stravolgendo la nostra economia, ma anche uno strumento efficace che sta aiutando i proprietari agricoli a uscire dalla crisi. Nella rubrica Tormentilla i consigli di Lianka Trozzi per prendersi cura di se stessi in modo naturale.

 


Comprendere i meccanismi della finanza e della speculazione e delle cause della crisi è un primo passo per il cambiamento, quello successivo è iniziare dal basso a modificare radicalmente i nostri consumi ed il nostro stile di vita, anche riguardo al risparmio e alla finanza“. Finanza per indignati, Andrea Baranes

 

Clicca qui per ascoltare la puntata o utilizza il player in fondo alla pagina

Il GAT Scansano è in funzione da più di un anno e oggi ospita sei persone, che vivono e lavorano in questa azienda agricola di sessanta ettari. L’innovazione di questa impresa è che i suoi proprietari non sono solo i sei lavoratori, ma anche altre 87 persone, che hanno acquisito le quote dell’azienda dopo essersi costituiti in società. Tra le motivazioni che hanno spinto i soci a fare questa scelta, oltre alla possibilità di guadagno, vi è sicuramente la volontà di fare qualcosa di utile per l’ambiente e la salute. L’agricoltura che si fa nei GAT infatti è rigorosamente biologica e a Scansano si sta anche tendendo all’agricoltura naturale. Oggi in Italia esistono due GAT già costituiti, uno a Quistello, vicino Mantova, e l’altro a Scansano, ci sono poi diversi progetti in fieri (a Ferrara, nel mantovano, in Toscana).

L’idea di questo nuovo modello di gestione economica è frutto del ragionamento di due professionisti, l’avvocato Rosanna Montecchi e il commercialista Gianluca Marocci. In cerca di una soluzione per coloro che volevano fare un investimento su un terreno agricolo pur non possedendo una somma di denaro elevata, i due iniziano a delineare la loro idea. Nasce così il GAT, un investimento condiviso su un’azienda che garantirà una produzione biologica e naturale e che creerà occupazione per giovani e meno giovani interessati al lavoro agricolo. La forma societaria individuata dai due professionisti per queste aziende è quella della Srl agricola, che permette di godere di vantaggi fiscali per l’acquisto del terreno. Le società sono divise in cento quote e ogni investitore ne può acquistare un massimo di quattro. Un investimento che prevede la partecipazione fisica degli investitori stessi, che possono verificare personalmente l’andamento dei lavori dell’impresa in cui hanno investito. Iil GAT è anche una soluzione per agricoltori in difficoltà, che potranno attraverso questo modello risollevare le sorti della propria azienda in crisi.

 

Clicca qui per ascoltare Tormentilla, la rubrica sul benessere naturale a cura di Lianka Trozzi

Ospiti della puntata:

Emanuele Carissimi, GAT Scansano
Rosanna Montecchi e Gianluca Marocci, Progetto GAT
Paolo  Ermani, Paea

In redazione: Lianka Trozzi, Fouad Roueiha

Terranave è un programma a cura di Marzia Coronati

Proponete la vostra alternativa a radioterranave@gmail.com

 

Terranave è trasmesso da:

Radio Popolare Roma  (Roma, 103.3)  domenica 9,30
Radio Flash (Torino, 97.6)  giovedì 20,00
Radio Kairos (Bologna, 105,85)  sabato 13,00
Radio Città Fujiko (Bologna, 103.1) domenica 13,30
Radio Indygesta (Web Radio)
Radio Onda d’urto (Brescia, cremona, Piacenza, 99.6) mercoledì 13,00
Radio Ciroma (Cosenza, 105,7) martedì 19,30

 

Immagine di Napoli Monitor

 

 

Top