Efiubò. Posso convertire il titolo di studio conseguito nel mio Paese d’origine?

impronta     A Efiubò questa settimana sono arrivate numerose domande riguardanti la scuola il diritto allo studio. Altre quesiti riguardano la difficoltà  a svolgere le pratiche presso la Questura. A fornirci le risposte  è l’avvocato dell’Asgi Loredana Leo. Di questo articolo è disponibile anche una versione in francese e una in inglese.

Clicca qui per ascoltare la rubrica o usa il player in fondo alla pagina

E’ possibile convertire il titolo di studio conseguito nel Paese d’origine?

E’ possibile, non si parla di conversione ma di riconoscimento del titolo. E’ una procedura lunga e complessa, che varia a seconda del titolo che si vuole fare riconoscere e in base al permesso di soggiorno di cui si è titolari. Ti consiglio di farti aiutare da qualche associazione che si occupa di seguirti nel percorso.

Esistono agevolazioni economiche per frequentare l’università?

Alcune università prevedono borse di studio e agevolazioni, ma bisogna fare attenzione, perchè in alcuni casi queste borse di studio non sono aperte alle persone che non hanno la cittadinanza italiana.

La mia scuola d’italiano è molto distante dal centro di accoglienza in cui risiedo. C’è la possibilità di avere una sovvenzione per il costo dei trasporti?

Non c’è uniformità sul territorio nazionale. Alcuni comuni prevedono delle agevolazioni ma altri no, il consiglio è di rivolgersi a un’associazione affinché faccia pressione sugli organi amministrativi.

 In Questura sono stato oggetto di discriminazione da parte di un poliziotto. Come devo agire?

Puoi chiedere che il poliziotto venga identificato. Se il poliziotto non vuole dare le sue generalità puoi chiedere di parlare con un dirigente o rivolgerti a un avvocato.

In Questura mi hanno mandato via perchè non so parlare l’italiano, cosa posso fare?

In alcuni casi, come quando si presenta la domanda di asilo o si notifica un’espulsione, la Questura è obbligata a fornire un traduttore, perciò hai il diritto di richiederlo e loro hanno il dovere di fornirtelo.

Se la Questura non rispetta i tempi per il rilascio/rinnovo del permesso di soggiorno che si può fare?

Ti consiglio di attendere un pò di più rispetto al termine che è previsto dalla legge per il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno, ma qualora questo tempo si prolunghi eccessivamente rivolgiti a un avvocato che possa procedere giudiziariamente affinchè si sblocchi la situazione.

Io e mia figlia siamo in possesso di doppia cittadinanza (italiana e peruviana). Se tornassimo in Perù perderemmo la cittadinanza? E dove finiranno i contributi che ho versato in Italia?

La cittadinanza è un diritto acquisito, per cui non la perderete, anche nel caso tornerete a stare definitivamente in Perù.  A seguito della legge Bossi-Fini non è più possibile chiedere la liquidazione dei contributi. Non c’è neanche la possibilità di sommare i contributi versati in Italia con quelli che eventualmente inizierai a versare in Perù. Al momento del compimento del sessantaseiesimo anno, potrai però richiedere la pensione in Italia, anche qualora non avrai maturato l’anzianità contributiva minima.

English Version

Versione Française

 

 

Efiubò è una rubrica radiofonica che risponde ai quesiti e ai dubbi legali dei migranti che vivono in Italia. Uscirà ogni quindici giorni a partire da oggi, 15 febbraio. Se hai anche tu dubbi o domande, scrivi a efiubo@gmail.com

 

 Efiubò è un progetto realizzato con il contributo dell’otto per mille della Tavola Valdese

Top