Bankitalia: italiani sempre più poveri, crescono le disuguaglianze

Il 65% delle famiglie italiane non riesce a far fronte alle proprie necessità con i redditi di cui dispone. Il dato non superava il 40% nel 1990. Ad annaspare sono soprattutto i giovani (20%, il triplo che nel 1991) e quanti pagano un affitto per la casa in cui vivono (33.8%, il doppio che nel 1991).

Sono alcuni dei dati salienti che emergono dallo studio di Banca d’Italia sul risparmio e la ricchezza delle famiglie italiane durante la crisi.

La capacità degli italiani di risparmiare si va conseguentemente contraendo. Un calo netto del 4%, a fronte di paesi come Francia e Germania in cui la situazione risulta stazionaria. La ricchezza del paese non si è dissolta nel nulla, ma piuttosto concentrata sempre più nelle mani di pochi. “Tra il 2008 e il 2010 la quota di ricchezza detenuta dal 10% della popolazione italiana è salita dal 44 al 46%” – commenta Elena Polidori, gioranlista de La Repubblica.

Top