Terranave 21: Ripensare le cose

riusoRecuperare gli oggetti abbandonati e dare loro una seconda vita. Essenziale per ridurre la quantità di rifiuti sul pianeta, il riutilizzo delle cose non è solo una buona pratica ambientale, ma un vero e proprio settore della nostra economia. In Italia sono impiegate nel mercato dell’usato oltre ottantamila persone, per un giro di affari di un miliardo e mezzo di euro. In questa puntata di Terranave si parte dall’esperienza dell’area di libero di scambio di Torino per capire come il riuso contribuisca a ridurre i rifiuti e a creare economia. In chiusura, nella rubrica Tormentilla, come curarsi con l’aloe vera.

 

“Tutti abbiamo il dovere di chiederci se la produzione dei rifiuti, nella quantità in cui oggi li generiamo, sia un portato inevitabile della produzione industriale e del consumo di massa, o non sia piuttosto il frutto di scelte strategiche di forze e organizzazioni impegnate in una corsa verso la crescita illimitata, senza preoccuparsi dei danni che questo modo di produrre e consumare infligge all’ambiente; danni che in larghissima parte si possono e si devono prevenire”. Guido Viale, Azzerare i rifiuti

 

Clicca qui per ascoltare la puntata o utilizza il player in fondo alla pagina

 

Vivi Balon è un’associazione torinese che da tredici anni promuove l’Area di libero scambio. All’interno dello storico mercato Balon, il progetto coinvolge più di trecento operatori, che ogni sabato vendono merci usate, oggetti per lo più recuperati da discariche, sgomberi e cassonetti. Frutto di un’intesa tra venditori e amministrazione comunale, l’Area permette a chi lavora nel settore dell’usato di operare liberamente e in maniera del tutto regolare. Da quando è iniziata questa esperienza ad oggi migliaia di persone si sono rivolte a Vivi Balon per vendere merci usate, effetto della crisi occupazionale, ma anche risultato del boom economico che ha portato gli italiani per anni ad accumulare oggetti e buttate cose semi-nuove. Un dato tra tutti, emerso da una ricerca dell’organizzazione Occhio del riciclone:  solo a Roma sono  trentatre milioni gli oggetti che ogni anno potrebbero essere recuperati nei cassonetti stradali, per un valore di oltre trentatre milioni e mezzo di euro.

L’Area di libero scambio di Torino è un esempio virtuoso di regolamentazione della vendita dell’usato, ma nel resto del Paese il settore è in difficoltà ed è proprio per questo che nel 2011 è nata Onu, la rete Nazionale Operatori dell’Usato. La rete riunisce operatori dei negozi per conto terzi, i raccoglitori informali, i venditori di mercati storici, insieme a centri di ricerca sull’utilizzo e enti che sostengono l’usato. L’ Onu sostiene che il riutilizzo è una priorità per la gestione dei rifiuti e per favorirlo propone la raccolta porta a porta e la creazione di “pre-isole ecologiche” mirate a individuare i materiali riutilizzabili, dal momento che nelle isole ecologiche oltre il 50% dei materiali presenti sono atti al riuso. La rete  ha anche elaborato una proposta per una legge di riordino del settore, mirata a fare si che l’Italia si uniformi alle direttive europee e a incentivare realtà come le aree di libero scambio di Torino. La proposta è basata sul concetto che il riutilizzo ha una valenza fondamentale dal punto di vista ambientale, economico, culturale, sociale.

 

Clicca qui per ascoltare Tormentilla, la rubrica sul benessere naturale a cura di Lianka Trozzi

Ospiti della puntata:

Alessandro Stillo, Associazione Vivi Balon
Aleramo Virgili, Rete Operatori Nazionali Usato
Rossano Ercolini, Centro Ricerca Rifiuti Zero Capannori
Gianfranco Bongiovanni, Occhio del riciclone

 In redazione: Lianka Trozzi, Ciro Colonna

Terranave è un programma a cura di Marzia Coronati

Proponete la vostra alternativa a radioterranave@gmail.com

 

Terranave è trasmesso da:

Radio Popolare Roma  (Roma, 103.3)  domenica 9,30
Radio Flash (Torino, 97.6)  giovedì 20,00
Radio Kairos (Bologna, 105,85)  sabato 13,00
Radio Città Fujiko (Bologna, 103.1) domenica 13,30
Radio Indygesta (Web Radio)
Radio Onda d’urto (Brescia, cremona, Piacenza, 99.6) mercoledì 13,00
Radio Ciroma (Cosenza, 105,7) martedì 19,30

 

Immagine di Napoli Monitor

 

Top