Passpartù 10: da sud a nord, andata e ritorno

Questa settimana Passpartù celebra il 18 dicembre, Giornata Internazionale di Solidarietà con i Migranti, ed anniversario dell’adozione nel 1990  della Convenzione Internazionale sulla Protezione dei Diritti dei Lavoratori Migranti delle Nazioni Unite, con una panoramica nel mondo del lavoro. Agricoltura, industria, movimentazione merci sono settori  in cui alla manodopera è richiesto di svolgere lavori duri ed usuranti che pochi italiani sono disposti a fare, lasciando spazio ai lavoratori migranti. Orari non rispettati, paghe che arrivano in forte ritardo, permessi per ragioni famigliari o di salute negati… gli stranieri che non parlano l’ italiano, nelle fabbriche come nei campi, anche quando non lavorano in nero spesso non conoscono lo statuto dei lavoratori nè tantomeno i termini dei contratti nazionali e sono quindi esposti ad ogni forma di sfruttamento da parte dei datori di lavoro. La situazione è migliore nel settore industriale, dove l’ingresso di lavoratori stranieri nei sindacati consente sempre più di informare i migranti, ma la crisi economica ha avuto un forte impatto sul settore manufatturiero ed i migranti sono stati i primi a perdere il lavoro. Capita sempre più spesso quindi che ex operai si ritrovino a fare i braccianti agricoli e scoprano così la triste normalità di fenomeni come il caporalato ed il lavoro nero nelle aree del paese dove si raccolgono agrumi, olive e pomodori.
La redazione di Passpartù ha partecipato ad un corso di autoformazione di Campagne in Lotta,  una rete di attivisti, contadini, produttori, braccianti ed altri ancora, provenienti da diverse parti di Italia, che lottano contro lo sfruttamento del lavoro e il pesante impatto della grande distribuzione sui piccoli produttori agricoli. Abbiamo quindi avuto modo di ascoltare testimonianze e raccogliere impressioni, che abbiamo poi confrontato con l’esperienza di un sindacalista di origine egiziana che lavora nel settore della logistica e con quella di un avvocato dell’ Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione (ASGI)

Anche quest’anno Passpartù parteciperà a Radio 18/12, maratona radiofonica annuale giunta ormai alla sua sesta edizione. Il 18 dicembre decine di emittenti di ogni parte del mondo si coordineranno per trattare i temi legati alle migrazioni.

Ospiti della puntata:

Per approfondire:

In redazione: Laura Lucarelli, Marco Stefanelli, Khaldoun . Seguici su

Ascoltaci in FM:

Radio Onde Furlane – Udine, Gorizia, Pordenone – 90.0 Mhz | sabato 11,00 – replica domenica 12,30
Radio Onda d’Urto – Brescia Cremona Piacenza – frequenze | lunedì 20,00
Radio Beckwith – Torino, Cuneo – 87.800, 96.550 Mhz | lunedì 20,30 – replica sabato 8,00
Radio Città Aperta – Roma e Lazio – 88.900 Mhz | sabato 10,15
Radio Flash – Torino – 97.6 Mhz | venerdì 21,30
Radio Kairos – Bologna – 105.85 Mhz | sabato 14 – replica lunedì 22,30
Radio Citta Fujiko – Bologna – 103.100 Mhz | sabato ore 7.30

Related posts

Top