L’Alchimista 03: Europa sotto la ruota

Questa settimana L’Alchimista approda in Spagna e Grecia, per proseguire il racconto di come il mercato del lavoro si sta modificando a livello continentale. Sono notevoli i parallelismi rispetto a quanto rilevato in Italia nel corso della scorsa trasmissione. Riduzione salariale, superamento della contrattazione collettiva, ruolo subalterno dei sindacati, aumento della flessibilità, interna e in uscita, sono le cifre comuni delle riforme in corso di attuazione in mezza Europa.

“I lavoratori greci hanno subìto una aggressione dal governo e dalla Troika”, commenta Giorgos Koutsoukos, membro della Commissione Lavoro di Syriza, “che hanno distrutto i loro diritti fondamentali”. “Per prima cosa in Grecia,” continua  Koutsoukos, “a causa del memorandum e delle richieste della Troika, non esiste più alcuna contrattazione collettiva. Il governo impone il salario minimo su scala nazionale e lavoratrici e lavoratori non vengono consultati su questo tema.”

Parole d’ordine molto simili fanno eco dalla penisola iberica, dove, sottolinea Jose Luis Carretero, membro del ICEA (Istituto di scienze economiche e dell’autogestione) “ci sono state due riforme struttuali del mercato del lavoro, una nel 2010, con il governo socialista di Zapatero, e l’altra, approvata nel 2011 dal governo conservatore di Mariano Rajoy. Questo ha prodotto un’enorme incremento della flessibilità in uscita, della facilità nel licenziare.”

L’erosione dei redditi e dei diritti va però calcolata in maniera più articolata, “e le recenti dichiarazioni di Mario Monti in materia di sanità”, commenta Andrea Baranes della Fondazione Culturale Banca Etica, “aprono a nuovi programmi di privatizzazione nel ramo”. “Tagliare oggi le prestazioni sanitarie, mentre parallelamente si tagliano i salari e si restringe il campo di agibilità per i lavoratori, significa disegnare una società nettamente stratificata, a due velocità”, chiosa Baranes.

Intanto la disoccupazione ha toccato quota 23,5% in Grecia, dato quasi eguagliato dalle statistiche spagnole e la situazione è tutt’altro che stabile. In Spagna, ad esempio, “non si esclude il ricorso ad un governo tecnico,” conclude Jose Luis Carretero, “con il governo Rajoy che difficilmente finirà la legislatura”.

Ospiti della trasmissione:

-Giorgos Koutsoukos, Commissione Lavoro Syriza
-Jose Luis Carretero, ICEA – Madrid
-Andrea Baranes, Fondazione Culturale Banca Etica
-Margherita Dean, collaboratrice Radio Popolare

L’Alchimista viene trasmesso da:

-Radio Citta Fujiko,  il  lunedì alle ore 13.00
-Radio Beckwith, il mercoledì alle ore 10.00 e in replica la domenica alle ore 13,30
-Radio Flash, il martedì alle ore 20
-Radio Kairos, il mercoledì alle ore 15,30 e in replica il sabato alle ore 20.00

In redazione: 
Ciro Colonna, Khaldoun e Marzia Coronati

 

Top