Passpartù 05: salvataggi in mare, e poi?

Il  naufragio che il 4 novembre ha causato la morte di 11 migranti diretti a Lampedusa ha drammaticamente riacceso la luce sul dramma dei barconi carichi di persone in fuga dal nord Africa. Nel 2012 c’è stato un significativo calo delle navi in partenza dalla Libia rispetto al 2011, anno delle rivolte arabe, tuttavia la marina di Tripoli spesso ignora le richieste di soccorso delle barche in difficoltà lasciando alla guardia costiera italiana l’onere del salvataggio anche a poche miglia dalle coste nord africane, nell’indifferenza anche delle autorità maltesi che pure reclamano la sovranità su una vastissima porzione del Mediterraneo. I migranti soccorsi dalla guardia costiera e portati in territorio italiano a partire dall’aprile 2011 hanno usufruito del piano d’ emergenza per il nord Africa, sono cioè stati temporaneamente ospitati in strutture d’accoglienza sparse per le regioni italiane in attesa di verificare chi abbia effettivamente diritto alla protezione umanitaria. Tuttavia il piano finirà il 31 dicembre e lo status di oltre 20.000 non è ancora stato determinato.

Ospiti della puntata:

Per approfondire:

In redazione: Laura Lucarelli, Marco Stefanelli, Khaldoun . Seguici su 

Ascoltaci in FM:

Radio Onde Furlane – Udine, Gorizia, Pordenone – 90.0 Mhz | sabato 11,00 – replica domenica 12,30
Radio Onda d’Urto – Brescia Cremona Piacenza – frequenze | lunedì 20,00
Radio Beckwith – Torino, Cuneo – 87.800, 96.550 Mhz | lunedì 20,30 – replica sabato 8,00
Radio Città Aperta – Roma e Lazio – 88.900 Mhz | sabato 10,15
Radio Flash – Torino – 97.6 Mhz | venerdì 21,30
Radio Kairos – Bologna – 105.85 Mhz | sabato 14 – replica lunedì 22,30
Radio Citta Fujiko – Bologna – 103.100 Mhz | sabato ore 7.30

Related posts

One Comment;

  1. Pingback: Passpartù 05: salvataggi in mare, e poi? | Giacomo Sferlazzo

Comments are closed.

Top