Terranave 06: L’orto senza zappa

Questa settimana Terranave è atterrata tra le piante e gli alberi della Fattoria Verde. In questo podere a pochi chilometri da Roma si coltivano piante aromatiche, ortaggi e grano in orti cosiddetti sinergici. Come la teoria dell’agricoltura naturale (da cui gli orti sinergici prendono vita) anche l’agricoltura sinergica non è semplicemente una tecnica di coltivazione, ma una vera e propria filosofia, alla cui base c’è un grandissimo rispetto per la natura e per la vita. In chiusura Lianka Trozzi ci parlerà di downshifting.

 “Coltivare la terra una volta era un lavoro sacro. Quando l’umanità cominciò a decadere da questa condizione ideale, venne fuori la moderna agricoltura commerciale. Quando il contadino cominciò a coltivare i suoi raccolti per far soldi, dimenticò i veri fondamenti dell’agricoltura”. M. Fukuoka, La rivoluzione del filo di paglia

 

Elaborata dall’agricoltrice spagnola Emilia Hazelip, l’agricoltura sinergica si basa sul principio che le piante creano suolo fertile da sole, attraverso i residui organici che lasciano e attraverso la loro attività chimica. Nella scelta delle piante seminate si rispetta l’equilibrio della natura, ricreando uno status simile a quello che esisterebbe senza l’intervento dell’uomo. Questo modo di coltivare trae origine dall’agricoltura naturale di Masanabu Fukuoka, che faceva crescere nel suo terreno le piante e gli alberi senza mai potarli. Fukuoka non lavorava la terra in nessun modo e non utilizzava nè concimi nè fertilizzanti.

Hazelip rimase affascinata dal superamento dell’idea tradizionale che sia l’uomo a decidire come lavorare la terra, a favore invece dell’autonomia delle piante, che da sole sono considerate in grado di svolgere il compito di ripristinare la fertilità. L’agricoltura naturale di Fukuoka e quella sinergica di Hazelip si  inseririscono in un discorso molto più ampio: la cosiddetta permacultura. Nata in Australia, “la permacultura” come recita la sua accademia “è un processo integrato di progettazione che da come risultato un ambiente sostenibile, equilibrato ed estetico” , è l’arte insomma di vivere bene in equilibrio con la natura e di guardare le cose in maniera olisitica. La permacultura non è semplicemente una tecnica per coltivare frutta e ortaggi, ma una filosofia di vita, che impone una riduzione dei consumi, un cambiamento radicale delle nostre abitudini, un rovesciamento dei valori e una riflessione diversa sugli obiettivi e le priorità dell’uomo.

Per info:
agrisinergica.altervista.org
www.agricolturanaturale.it
www.permacultura.it

Nella rubrica “A testa in giù”, curata da Lianka Trozzi, si parlerà di downshifting. Clicca qui per ascoltare la rubrica.

Ospiti della puntata:

Anna C. Satta, Libera scuola di agricoltura sinergica “Emilia Hazelip”
Sandro Benedetti, agricolturanaturale.it
In redazione: Lianka Trozzi

Terranave è un programma a cura di Marzia Coronati

Proponete la vostra alternativa a radioterranave@gmail.com

 

Terranave è trasmesso da:

Radio Popolare Roma  (Roma, 103.3)  domenica 9,30
Radio Flash (Torino, 97.6)  giovedì 20,00
Radio Kairos (Bologna, 105,85)  venerdì 15,30 – replica sabato 20,30
Radio Città Fujiko (Bologna, 103.1) domenica 13,30

Immagine di Napoli Monitor

Top