Il banchetto delle speculazion

Come la finanza gioca sui prezzi del cibo

Dopo il crack dei mutui subprime è diventato uno dei settori più proficui per la grande finanza. Speculare sui prezzi delle materie prime è un’attività cresciuta enormemente negli ultimi anni arrivando oggi a spostare diversi miliardi di dollari ogni giorno. Solo nei primi 50 giorni del 2008 si spesero in questo genere di speculazioni 55 miliardi di dollari, ma il valore, secondo le stime, è oggi di gran lunga maggiore. Petrolio, oro, zinco, cacao, caffé, mais … le speculazioni sulle materie prime sono delle autentiche scommesse,  i loro effetti sull’economia reale rischiano però di diventare sempre più devastanti. E’ quanto accade in un settore vitale come quello dei generi alimentari, dove le speculazioni sono ormai riconosciute come una delle principali cause dell’aumento dei prezzi del cibo. Fino a 20 anni fa esistevano una serie di regole per evitare che la finanza prendesse il sopravvento arrivando a incidere su settori vitali per le popolazioni. Poi però sono arrivate le deregolamentazioni..

A cura di Andrea Cocco, Ciro Colonna

Il Banchetto delle speculazioni è uno speciale radiofonico realizzato con il sostegno e la partecipazione dell’organizzazione non governativa M.A.I.S. nell’ambito del progetto “Creating Coherence”, promosso insieme alle organizzazioni FairWatch di Genova, Xarxa de Consum Solidari di Barcellona, Both ENDS di Amsterdam, Za Zemiata (For the Earth) di Sofia e Protect the Future di Budapest.

Top