il pianeta delle scimmie 19: l’antipatico Mitt Romney

Ultima puntata stagionale del Pianeta delle Scimmie. Le trasmissioni riprenderanno dopo la pausa estiva, per seguire le ultime tappe di avvicinamento alle elezioni presidenziali negli Stati Uniti. Per il momento la situazione ci consegna un Obama debole e in crisi di consensi e sottoscrizioni alla propria campagna. D’altro canto Romney, candidato in pectore del partito repubblicano, dopo aver sbaragliato tutti gli avversari e in attesa dell’investitura ufficiale che si darà durante la convention repubblicana il 27 di agosto, non riesce a ottenere il pieno appoggio e sostegno dal proprio stesso partito. A sostenerlo, tra gli altri, John Boehner, portavoce repubblicano alla Camera. D’altra parte, Boehner, fervente cristiano evangelico, sostiene anche che solo Dio può spingere gli esseri umani ad amarsi tra loro mentre la politica si occupa soprattutto di cose terrene. E da politico Boehner è convinto che nonostante tutto gli americani voteranno per Mitt Romney, non fosse altro che per cacciare Barack Obama dalla Casa Bianca. Da parte loro, i democratici, rimasti indifferenti alle dichiarazioni di Mitt Romney su un eventuale attacco all’Iran, incitano gli elettori a non votare per lui non per scongiurare la minaccia di una nuova guerra ma perché l’appartenenza alla chiesa mormone lo rende poco affidabile come candidato alla presidenza.

 

Anche il Washington Post bacchetta la candidatura di Mitt Romney colpevole di essere sposato con una donna non sufficientemente interessata alla politica oltre che incapace di elaborare strategie per assicurare al marito la vittoria elettorale come fece a suo tempo Michelle Obama. La first lady, secondo il Washington Post dovrebbe comunicare un sentimento di vicinanza alla gente soprattutto nel modo di vestire e Ann Romney, con le sue arie da signora per bene, potrebbe rivelarsi poco adatta al ruolo. La domanda che ci siamo posti è: perché il giornalismo americano è caduto così in basso e i confini di quella che fino a ieri era considerata un’onorevole professione sono improvvisamente diventati incerti e mutevoli?

 

Top