Il Pianeta delle Scimmie 16: prove tecniche di riconciliazione nel partito repubblicano

Nel mese di maggio  Mitt Romney ha raccolto assai più fondi di Barack Obama, ovvero 76 milioni di dollari contro i 60 del presidente. D’altra parte, la battaglia elettorale tra i due sarà sicuramente incentrata sulla capacità di ammassare fondi e non certo sulla statura morale dei contendenti. Con più soldi a disposizione i candidati possono spostarsi da un lato all’altro del paese alla ricerca di voti ma anche martellare l’elettorato con gli spot pubblicitari in cui si denigrano a vicenda. Del resto, la cosiddetta pubblicità negativa è una vecchia usanza delle campagne presidenziali. Già all’epoca dei padri fondatori John Adams e Thomas Jefferson si contesero la presidenza scambiandosi una lunga sequela di accuse reciproche che funzionò come espediente per aggiudicarsi la Casa Bianca ma contribuì non poco ad allontanare gli americani dalla politica.

Per incrementare la raccolta fondi, Barack Obama ha affidato ad una delle sue principali collaboratrici il compito di creare un blog dove  sostenitori del candidato democratico vengono invitati a spalancare i portafogli. “Non illudiamoci di avere il gatto già nel sacco”, avverte lo slogan pro-Obama per far intendere all’elettorato che una vittoria di Obama non è affatto assicurata.

Intanto, nei giorni scorsi, i repubblicani  hanno già battuto Texas ed Illinois. C’era anche Rick Santorum, il candidato evangelico ufficiale che ancora spera nella vice-presidenza. Non si sa se la scelta di Romney cadrà su di lui ma una cosa è certa: a fianco di Romney ci sarà sicuramente un esponente accuratamente selezionato tra i più conservatori del partito. Santorum ha intanto annunciato la nascita di un movimento che, a suo parere, dovrebbe impedire all’America di proseguire sulla brutta strada che sembra aver intrapreso. Romney, che di Santorum non ha mai avuto una grande opinione, si è entusiasmato al punto da lodarne pubblicamente le doti di “leader”. A sua volta Santorum ha orgogliosamente annunciato che porterà a Romney non meno di trecentomila voti, ma non prima di aver ridato alla religione un posto d’onore nella vita pubblica. Esattamente il contrario di quello che prevede la Costituzione…..

Top