Radio Sham: dopo Houla

Il decimo appuntamento di Radio Sham si pare inevitabilmente parlando della stage di Houla, l’attacco in cui sono morte 108 persone di cui 40 bambini le cui crude immagini stanno facendo il giro del mondo insieme ai terribili racconti dei superstiti. Di 108 morti, solo 20 sarebbero deceduti in seguito ai colpi di artiglieria, gli altri sono stati uccisi con armi leggere e spesso in maniera truculenta. Tuttavia il tipo di artiglieria e di armi pesanti utilizzate in coordinamento con forze di fanteria rendono poco credibile la versione del regime, che come sempre attribuisce la responsabilità a “bande terroristiche”, avvalorando invece le accuse dei ribelli che attibuiscono il massacro all’esercito regolare. In chiusura parleremo di un appello in 8 punti lanciato da un gruppo di accademici, giornalisti, esperti di Siria e persone comuni che vogliono richiamare i movimenti e tante testate che fornirebbero una immagine distorta della crisi siriana.

Top