La Capretta 02: Informare nella catastrofe

Il viaggio della Capretta nell’America post 11 settembre continua con una puntata dedicata alle strategie messe in atto dall’informazione per cambiare il senso degli avvenimenti (rinforzandoli, distogliendo l’attenzione, ecc.). Il particolare più sorprendente è senz’altro la rapidità con cui fu data per certa la matrice islamica dell’attacco al WTC e il modo in cui la notizia fu riportata e amplificata da tutti i mezzi di informazione, dando corpo alla teorizzazione dell’America sotto attacco. Il che non è esattamente un dettaglio, date le conseguenze che questa lettura degli avvenimenti ha determinato. La cosa colpisce ancora di più se si considera che le autorità americane parlarono di un evento che “nessuno avrebbe mai immaginato potesse accadere”. Già poche ore dopo il crollo delle Torri Gemelle, senza che ci fosse stato il tempo di verificare le fonti, giornali e notiziari televisivi iniziarono a lanciare rotonde invettive contro il “terrorismo arabo” chiamando in causa Bin Laden come responsabile della tragedia. E questo fu solo il primo atto di una campagna “informativa” piena di dati falsi o tergiversati….

Top