Il Pianeta in scatola

Ascesa e potere delle catene di supermercati
E’ nel 1930 che in un ex garage abbandonato nel Queens a New York, nasce il primo supermercato della storia. Con una superficie di 550 metri quadrati il King Kullen supermarcket offre per la prima volta ai clienti la possibilità di fornirsi direttamente da scaffali su cui sono collocati 1000 prodotti diversi. Una vera rivoluzione anche se come spiegherà il suo fondatore, Michael Cullen, il vero punto di forza del nascente supermercato è nell’introduzione di un sistema di vendita che garantisce grandi volumi di affari e poca manodopera, in altre parole grandi profitti. Nei successivi 80 anni il supermercato si sarebbe affermato come il luogo cardine per la vendita di prodotti, a cominciare dai generi alimentari. E’ qui che negli Stati Uniti, ma anche in Europa e negli altri paesi industrializzati, viene venduta ogni giorno la maggior quantità in assoluto di beni destinati al consumo alimentare.Un fenomeno che soprattutto negli utlimi dieci anni ha portato ad una spaventosa concentrazione di potere nelle mani di un numero ridotto di grandi aziende. Il supermecato non è oggi che l’ultimo anello di una catena che ha esteso il suo controllo dai terreni agricoli agli scaffali: la cosidetta Grande Distribuzione Organizzata.
In questo speciale radiofonico indaghiamo sull’espansione dei poteri della GDO nei confronti dei consumatori e dei produttori grazie alle interviste realizzate con:
Roberto Sensi, dell’organizzazione non governativa MAIS

Luca Colombo della Fondazione per i diritti genetici

Umberto Delussu, produttore di pane biologico

Vincenzo, agricoltore abruzzese

Antonio Onorati dell’associazione Crocevia

Xavier Montagutdi Xarxa Consum Solidari

I produttori del mercatino Terra Terra


Il Pianeta in scatola è uno speciale radiofonico realizzato con il sostegno e la partecipazione dell’organizzazione non governativa M.A.I.S. nell’ambito del progetto “Creating Coherence”, promosso insieme alle organizzazioni FairWatch di Genova, Xarxa de Consum Solidari di Barcellona, Both ENDS di Amsterdam, Za Zemiata di Sofia e Protect the Future di Budapest.

Top