Santa domenica?

Domenica 4 giugno i dipendenti del centro commerciale Auchan di Casal Bertone, a Roma, hanno deciso di incrociare le braccia. Al grido di “Basta lavorare di domenica” i lavoratori hanno protestato per le condizioni contrattuali impostegli, che prevedono, tra l’altro, il lavoro domenicale obbligatorio.

“Il nuovo Ccnl del commercio, firmato dai soliti sindacati concertativi Cisl e Uil e appoggiato dal silenzio della Cgil, di fatto peggiora in maniera drastica le già difficili condizioni dei lavoratori del settore” dichiara il segretario provinciale della Flaica Cub, Giancarlo Desiderati “È diventato obbligatorio per tutti il lavoro domenicale e il pagamento dell’indennità in caso di malattia è stato ridotto al lumicino”.
“La domenica è retribuita trenta euro lordi in più rispetto agli altri giorni” ha detto uno degli scioperanti. Una miseria insomma, ma in base all’accordo firnato da Cisl e Uil con la grande distribuzione ai lavoratori non resterebbe che chinare il capo. I dipendenti dell’ipermercato rmano però ora sono stufi, hanno scioperato ad aprile scorso e sono tornati ad incorciare le braccia la scorsa domenica. “Lo sciopero è l’unico modo di fare sentire la nostra voce”.

Top