Il volto africano nello scandalo Strauss Kahn

FREQUNZE RADIO DAL MONDO

Radio france Internationale, 89.0 FM, Parigi

L’affare Strauss Kahn ha suscitato scalpore in tutto il mondo e soprattuto in Francia i media continuano a seguire con apprensione la vicenda giudiziaria dell’ex direttore generale del FMI. Poco si parla invece di Nafissatou Diallo, la cameriera guineana dell’albergo di Times Square a Manhattan che ha accusato DSK di molestie sessuali e di tentativo di stupro. A lei è dedicato l’appuntamento giornaliero di Radio France Internationale con l'”invitato africano”, diretto da Christophe Boisbouvier. A parlare con il giornalista francese è lo scrittore guineano Tierno Monenembo vincitore del premio Renaudot nel 2008. “Nafissatou Diallo è ormai segnata agli occhi del suo paese d’origine” dice lo scrittore. “Anche i guineani che vivono a New York sono più tradizionalisti di quanto si possa credere e pensano che Nafissatou non potrà più avere marito”. Anche nel caso in cui la giustizia americana le desse ragione, secondo lo scirttore la comunità guineana continuerà a guardare la giovane cameriera con sospetto perché “le convinzioni tradizionali sono molto più forti della modernizzazione”. “Nafissatou” ammette però Tierno Monenembo “ha dimostrato di essere una donna coraggiosa perché, denunciando il sopruso subito, ha fatto quello che purtroppo molte altre donne non avrebbero fatto”. “Pensa che potrebbe trarre spunto da questa vicenda per un suo prossimo romanzo?” chiede il giornalista di RFI. Risposta: “In questo momento no. Non sono interessato a questo tipo di scandali o a scrivere biografie. Credo però che in futuro potrei attingere dall’immagine di questa donna, esiliata, che affronta le difficoltà di una vita a New York”.

Ascolta la puntata di Invité Afrique

Top