Sardegna: proteste contre i radar anti-immigrati

La popolazione sarda si oppone con vigore alla costruzione di 4 radar anti-immigrati che dovrebbero sorgere sulla costa ovest dell’isola, nei comuni di Sant’Antioco, Fluminimaggiore, Tresnuraghes e Sassari. Da più giorni dei presidi sono organizzati in tutti e quattro i cantieri, “contro la militarizzazione dei territori, il controllo e la repressione sociale”, come si legge sul sito del blog dove vengono pubblicate notizie dai presidi. Al momento i protestanti sono riusciti a bloccare la costruzione dei quattro radar, che si aggiungono alle numerose basi e strutture militari presenti sull’isola.

La Sardegna non è l’unica regione dove è in corso la costruzione di radar anti-migranti, simili sensori stano sorgendo a Gagliano del Capo, in Puglia e a Siracusa, in Sicilia, all’interno di parchi e riserve naturali. Oltre alla militarizzazione del territorio, i manifestanti protestano contro gli impatti ambientali e sanitari che avranno queste costruzioni.

Leggi l’articolo di Antonio Mazzeo sul radar di Siracusa

Ascolta la puntata di Passpartù sui radar anti-migranti

Top