Diario nomade da Tunisi

FREQUENZE RADIO DAL MONDO
France culture, Parigi, 93,5 FM

“La città di Tunisi, tra l’avenue Bourguiba e la Kasbah, è diventata la protagonista principale di questa rivoluzione, nata il 17 dicembre a Sidi-Bou-Zid, il giorno in cui Mohammed Bouazizi si è immolato dandosi fuoco, dopo essere stato umiliato da un agente di polizia. La storia sembra trasformarsi in un mico, con le sue varianti e i suoi rovesci. Ciascuno prova a rivviere a suo modo questi sconvolgimenti che nessuno veramente si sarebbe aspettato. Ovunque si parla, si cerca, si prova ad avvicinarsi a nuove parole, democrazia, laicità, libertà, costituente, si ride e si piange, si manifesta per gli scomparsi di Lampedusa o per il ministro degli interni appena licenziato, si esige una risposta, non si fa più finta di niente, si solidarizza con i rifugiati libici alla frontiera. Una grande vaertigine si è impossessata di tutti. Questa primavera 2011 è assolutamente solidale, con le sue inquietudini, le sue gioie e i suoi dolori. Una Tunisia nuova si sta formando e quello che sta per arrivare è irreversibile”.
Da Tunisi, un reportage di Franceculture che racconta il processo che sta portando alla costruzione della nuova Tunisia.

Top