“Le notizie che in Italia non arrivano” Vittorio Arrigoni il giorno prima di essere rapito

Mercoledì mattina, il giorno prima di essere rapito, Vittorio Arrigoni raccontava ai nostri microfoni la drammatica quotidianeità dell’assedio israeliano a Gaza. “Ci sono notizie che non arrivano quasi mai in Italia”spiega Vittorio nell’intervista “Dal 16 marzo al 7 aprile” continua “ho contato 25 palestinesi uccisi dal’esercito israeliano e più di cento feriti”. Dopo il 7 aprile l’esercito israeliano ha scatenato però un attacco ancora più violento e le vittime, in solo due giorni, sono state 19.  Un clima, sottolinea nell’intervista, che per intensità degli attacchi ma anche per le posizioni espresse più volte dai rappresentanti del governo israeliano ricordano molto da vicino la vigilia dell’operazione piombo fuso che nel 2008 devastò la Striscia di Gaza con oltre un migliaio di vittime. “Sembrerebbe proprio lo stesso clima” spiega Arrigoni “con un continuo cercare di innescare questa violenza”.

Top