Corteo per l’acqua pubblica: un fiume di gente!

E’ partito puntualissimo il corteo in difesa dell’acqua pubblica e sta percorrendo le strade di Roma. L’appuntamento, di rilievo nazionale, è nelle intenzioni degli organizzatori un importante passaggio in vista dei referendum che si terranno il 12 e 13 giugno. I comitati referendari, interamente autorganizzati, lottano contro il tentativo del governo di far passare in secondo piano la scadenza referendaria, tentativo testimoniato dalla decisione di non accorpare la consultazione referendaria con quella amministrativa che si terrà in maggio. La risposta popolare è stata numerosa e rumorosa, con persone che sono giunte da tutta Italia, da Enna a Cuneo, per ribadire con forza la propria determinazione  a far sì che la gestione dell’acqua torni pubblica. Oltre ad associazioni e sparute rappresentanze di partiti della sinistra è presente in piazza un folto spezzone di studenti che da decine di città italiane hanno fatto propria la causa dell’acqua bene comune.
Il clima del corteo, che al momento del nostro primo collegamento ha già percorso circa metà del tragitto previsto mentre la coda ancora non ha avuto modo di defluire da Piazza della Repubblica, è straordinariamente festoso, colorato e ironico.

Top