Egitto: violenza di regime e resistenza popolare

All’11° giorno di rivolta, il movimento in Egitto si lancia in una nuova dimostrazione di forza nei confronti del regime di Mubarak portando oltre un milione di persone in piazza al Cairo e decine di migliaia ad Alessandria. Nonostante le violenze  perpetrate nei giorni scorsi dalle forze di polizia e da presunti militanti pro regime gli egiziani hanno scelto di non abbandonare la strada e continuano a chiedere a gran voce la partenza di Mubarak. “Ad Alessandria non ho visto la stessa partecipazione dei giorni precedenti” racconta Gianluca Solera, che risiede in città. Tra i motivi, sottolinea, la campagna mediatica del regime ma anche la stanchezza per un paese oramai paralizzato da giorni. “I prezzi del pane sono aumentati dell’800 %” sottolinea Eleonora Trani che appena rientrata dall’Egitto offre la sua testimonianza sulle proteste di  Alessandria, raccontando dei raid compiuti da gruppi armati infiltrati e dei comitati di autodifesa dei quartieri”.

Top