Babush 12: la fantastica storia di un prepuzio

Nel 1527, i Lanzicchenecchi al soldo dell’imperatore Carlo V, saccheggiano Roma, lasciando dopo il loro passaggio diverse migliaia di morti e portando con se un prezioso bottino: il prepuzio di Cristo. Lembo di pelle tagliato circa 2010 anni fa ad un bambino di 8 giorni di età il sacrco prepuzio è stata una delle reliquie più venerate, tanto che nel Medio Evo ne esistevano almeno 14 esemplari custoditi in luoghi diversi. Tra le numerose reliquie custodite nelle chiese, è stata però anche una delle più discusse. In provincia di Viterbo, a Calcata, fino a qualche anno ne esisteva un esemplare. Il primo gennaio di ogni anno molte persone si recavano a visitarlo perché si diceva che la reliquia era foriera di fertilità. Negli anni 80 però la reliquia è misteriosamente scomparsa. Un furto di qualche devoto o commissionato per impossessarsi del prezioso reliquiario? O un colpo di mano della Chiesa che voleva sbarazzarsi di una credenza scomoda?…Siamo stati a Calcata per capirne di più.

One Comment;

  1. Garage said:

    Cara Amisnet, ancora complimenti per il vostro lavoro. Il vostro servizio mi ha fatto pensare che in molti siamo a viverci, con troppa leggerezza, la ritualità religiosa. E poi queste religioni prima ci danno i rituali e poi ce li tolgoni. Approfondire si deve, la verità ci vuole: La povera Clarice ha pagato con la vita! Dov’è lo santo scalpo ? E perchè nessuno ne parla ? Bisogna cercarlo in qualche banco di legumi al mercato ? In qualche sacco di ceci ? E si doveva dire di stare attenti con le zuppe della vigilia ! Il mondo dei media tace. Solo voi vi interessate. E visto che ci sto’: quassotto fa un freddo becco, me se stanno a congelà le manos. Se per caso trovate pure quei guantini metallari che portava Padre Pio: fateme sapè, che secondo me so’ ancora de moda. Sarebbe solo un reliquia di categoria B.

Comments are closed.

Top