Londra: La City sotto assedio

Manifestazioni fino a notte inoltrata nella capitale inglese. In decine di migliaia sono scesi in piazza il 9 dicembre per protestare contro la riforma universitaria, che prevede un aumento fino a seimila sterline del costo di ogni anno di università.

Nonostante la repressione delle forze dell’ordine, i manifestanti hanno occupato per ore il cuore della city, assediato il palazzo del Parlamento e fatto irruzione nel Ministero del Tesoro.
Il motivo delle proteste è l’approvazione del provvedimento che aumenterà le tasse universitarie. Parte d un pacchetto di misure di austerity, la legge è stata approvata con una maggioranza di soli ventuno voti
il voto ha sollevato le proteste non solo degli studenti, ma anche di buona parte dei Liberl Democratici, che in campagna elettorale si erano opposti a qualsiasi riforma delle tasse universitarie.
Secondo Scotland Yard, a sera inoltrata il bilancio era di quindici arresti di cui otto per disordini violenti e due per assalto alla polizia.

La cronaca della giornata di proteste dal sito di Globalproject

Top