Una giornata di mobilitazione contro il ddl Gelmini

Dopo 10 ore di corteo gli studenti romani rientrano nelle facoltà e nelle scuole occupate. Partiti alle 8 di questa mattina le manifestazioni si sono protratte durante tutto l’arco della giornata provando per due volte ad accedere a piazza Montecitorio. Una mobilitazione rumorosa e pacifica che ha invaso le strade della città e ha visto la partecipazione di circa 50 mila persone. Molti i gesti di solidarietà da parte di passanti, automobilisti e cittadini. Alle 18, mentre si attendevano notizie dalla Camera dei Deputati dove il testo del decreto attuativo era in discussione, una parte del corteo si è diretto alla Stazione Termini occupando i binari. Momenti di tensione si erano registrati nel primo pomeriggio in Via del Corso dove le forze dell’ordine hanno sparato alcuni lacrimogeni per disperdere i manifestanti.

Un riepilogo della giornata a Roma con le corrispondenze di Ciro Colonna

ore 11 Dopo essere partito da Piazzale Aldo Moro il corteo è diretto a Montecitorio

ore 14.20 Respinto da Piazza Montecitorio gli studenti si dirigono verso il Ministero dell’Istruzione

ore 16 Nuovo tentativo di raggiungere Montecitorio: momenti di tensione a Via del Corso

ore 17.30 L’occupazione dei binari a Termini

Top