Ambasciata somala: sgomberati i diritti.

E’ notizia di pochi giorni fa lo sgombero dell’ex ambasciata somala a Roma, da anni abitata da più di cento rifugiati somali, nel più totale stato di abbandono e disinteresse da parte delle istituzioni italiane. Lo sgombero, avvenuto nella notte tra giovedì 11 e venerdì 12, è stato motivato ufficialmente con l’arresto di due persone, residenti nella struttura sita in via dei Villini, a due passi da Porta Pia, per possesso di stupefacenti. L’operazione ha ricevuto il plauso della Prefettura, che ha elogiato la Questura per aver messo fine alla situazione di degrado in cui versava l’ex ambasciata, tanto a vantaggio di quanti vi risiedevano, quanto degli abitanti del quartiere.

Non è purtroppo chiaro quale tipo di assistenza sia stata data a quanti risiedevano nell’ex ambasciata, la cui situazione era nota da anni alle autorità. Si tratta dell’ennesimo episodio che mette in luce la gestione disgraziata da parte dello Stato italiano delle politiche in materia di asilo politico. Desta in questo senso l’attenzione il fatto che lo sgombero sia avvenuto pochi giorni dopo la realizzazione e diffusione di una video-inchiesta che ha suscitato scalpore e generato reazioni indignate sia in Italia sia a livello internazionale.

Top