Pisa: via libera al progetto “Hub”

Il governo italiano ha deciso di ampliare la militarizzazione dell’area toscana costruendo un Hub miltare a Pisa. da qui transiteranno, a partire dal 2013, tutti i militari e i materiali diretti dal territorio italiano ai teatri operativi, e viceversa.

Il 9 novembre, dopo l’approvazione del Senato, anche la Camera ha dato parere favorevole alla costruzione della portaerei. Nel processo di decisione i cittadini pisani, costituiti nel Coordinamento no Hub, non sono stati minimamente consultati.

Il termine “Hub” indica un nodo di smistamento, ovvero l’aeroporto militare pisano diventerà il riferimento nazionale per le forze armate che partiranno per tutti gli interventi nazionali e gli scenari di guerra internazionali. Secondo le stime ufficiali, l’hub è in grado di ospitare ogni mese fino a 30mila militari equipaggiati, mentre è previsto anche l’ulteriore stoccaggio di merci pericolose come bombe aeree e altri armi di distruzione di massa.

La scelta dell’aeroporto militare pisano è di tipo strategico-militare; infatti vi sono nelle immediate vicinanze autostrade, ferrovie e accessi al mare, e non ultima la base americana di Camp Darby con uno degli arsenali bellici più importanti del Mediterraneo.

Top