Le sfide dell’educazione nella costruzione dell’identità

Quanto è importante l’educazione per l’identità palestinese ? C’è lo racconta Ahmad Jaradat, del Alternative International Center : “Nel corso del tempo, i israeliani si sono attacati pesantemente all’educazione dei palestinesi, distruggendo scuole, costruendo muri che non permettono di circolare, di andare a scuola, dividendo la popolazione e, prima della convenzione di Oslo, scegliendo i libri con i quali i ragazzi studiavano, imparavano la storia”. Per fare fronte a questo, i palestinesi hanno dovuto organizzarsi e creare modi di educazione popolare alternativa. Ahmad Jaradat ci racconta queste sperienze e le difficoltà che tuttora oggi incontrano: a Gaza, le scuole distrutte non sono state ricostruite per mancanza di materiale di costruzione e i bambini studiano sotto alle tende, in Cisjordania invece, nella zone C, quella sotto controllo israeliano e dove vivono il 55% della popolazione, le scuole sono fatticcente, racconta Jaradat, e in alcune zone, a sud di Hebron, i bambini devono essere accompagnati da voluntari internazionali per poter raggiungere la scuola, dove i coloni
cercano di impedirli di andare.

Ascolta l’interview

Top