Verso il 16: studenti uniti contro la crisi

Un’università pubblica che si vorrebbe ancora di più spingere verso il sottoinvestimento e la dequalificazione; una scuola minata, a tutti i livelli, dai tagli draconiani della riforma entrata in vigore quest’anno; le lotte degli studenti e dei ricercatori precari; la ricerca di un percorso di sintesi con le lotte dei lavoratori e con quelle dei migranti.

Ne abbiamo parlato con Chiara Bastianoni studentessa della Sapienza di Roma, attivista di Scuole e università in rete per la formazione (SURF).

La rete mette insieme studenti medi ed universitari per contribuire a respingere l’attacco complessivo portato al mondo della formazione in Italia. Il problema comune è quello dei tagli che si abbattono sul futuro dei giovani: è chiaro che una situazione di questo tipo non avrà conseguenze solo per coloro che ora ne sono direttamente colpiti ma si ripercuoterà sul futuro di un paese che qualcuno pare voglia avviare alla “rottamazione”.

Gli studenti auspicano l’unione delle lotte di tutte quelle soggettività che subiscono attacchi continui da parte del governo, dai metalmeccanici ai docenti, dai ricercatori ai migranti: la manifestazione indetta dalla Fiom sarà, in questo senso, un’occasione e un banco di prova importante.

Le altre interviste di verso il 16 ottobre

Top