Palestina: al via il World Education Forum 2010

Le attività del WEF si svolgeranno nell’arco di 4 giorni, dal 28 al 31 ottobre 2010, simultaneamente a Ramallah, Haifa, Gaza, Gerusalemme e Beirut (Libano). “Le attività allargate” si svolgeranno inoltre in tutto il mondo durante il WEF, come parte del suo programma. Il programma comprenderà le conferenze a tema WEF (organizzate dal Comitato Nazionale WEF con il supporto del Comitato Organizzativo Internazionale), le attività e i workshop auto-organizzati, le Assemblee WEF sull’Educazione e sulla Palestina, le attività allargate (attvità condotte da organizzazioni in tutto il mondo durante il WEF , in comunicazione virtuale dal vivo con i luoghi del WEF), attività culturali, marce di solidarietà, viaggi sul campo e attività per bambini e giovani.
La redazione di AMISnet sarà presente con una inviata in loco.
Tutte le attività, incluse quelle ampliate, saranno in grado di stabilire una comunicazione live con le attività e le persone che si trovano in altri luoghi del WEF attraverso un sistema Interlink di comunicazione virtuale dal vivo (live streaming, chat, video-conferenze). Ci si sforzerà anche di rendere le attività WEF più accessibili a tutti tramite streaming live sul sito web WEF.
Situandosi all’interno della visione del World Social Forum che riguarda la costruzione di un “movimento dei movimenti”, il World Education Forum in Palestina cerca di contribuire attivamente alla costruzione di un giusto ordine globale che può contrastare problemi come la povertà, l’ineguaglianza, la globalizzazione dei mercati, il colonialismo, le crisi ecologiche e il dominio dei popoli e della natura.
Le attività del WEF faranno luce su urgenti problematiche sociali ed educative e sulle sfide di persone che lottano per la pace e la giustizia sociale nel mondo e in Palestina. Il WEF riunirà migliaia di educatori, insegnanti, studenti, docenti universitari, giornalisti, sindacati di insegnanti, attivisti nel campo sociale ed educativo a livello locale, regionale e internazionale ed altre persone attive a questi tre livelli, che si incontreranno insieme per un arricchimento reciproco e per collaborare. Questo forum promuoverà con fiducia lo slancio, l’entusiasmo e la consapevolezza all’interno di questi movimenti e la condivisione e la costruzione di tale conoscenza da parte degli attivisti a cui spetta poi la responsabilità di costruire la loro propria rete di scambio internazionale. Il Forum così mira a rendere “possibile un mondo nuovo” – come alternativa al dominio, all’oppressione e alle disuguaglianze proprie dell’attuale sistema mondiale.
Infine il WEF-Palestina è estremamente importante riguardo al contesto dell’occupazione che il popolo palestinese attualmente subisce, all’assedio di Gaza e alla persecuzione degli attivisti locali ed internazionali. L’efferato attacco alla Freedom Flotilla è stato solo uno tra i molti avvenimenti recenti nell’escalation delle politiche di aggressione israeliane. Il WEF-Palestina, quindi, non offre solo uno spazio alle persone di tutto il mondo per dibattere su tematiche inerenti l’educazione – la tua partecipazione al Forum è un atto concreto di solidarietà con il popolo palestinese e con la resistenza all’occupazione, all’apartheid e al colonialismo.

Le attività del WEF si svolgeranno nell’arco di 4 giorni, dal 28 al 31 ottobre 2010, simultaneamente a Ramallah, Haifa, Gaza, Gerusalemme e Beirut (Libano). “Le attività allargate” si svolgeranno inoltre in tutto il mondo durante il WEF, come parte del suo programma. Il programma comprenderà le conferenze a tema WEF (organizzate dal Comitato Nazionale WEF con il supporto del Comitato Organizzativo Internazionale), le attività e i workshop auto-organizzati, le Assemblee WEF sull’Educazione e sulla Palestina, le attività allargate (attvità condotte da organizzazioni in tutto il mondo durante il WEF , in comunicazione virtuale dal vivo con i luoghi del WEF), attività culturali, marce di solidarietà, viaggi sul campo e attività per bambini e giovani.Tutte le attività, incluse quelle ampliate, saranno in grado di stabilire una comunicazione live con le attività e le persone che si trovano in altri luoghi del WEF attraverso un sistema Interlink di comunicazione virtuale dal vivo (live streaming, chat, video-conferenze). Ci si sforzerà anche di rendere le attività WEF più accessibili a tutti tramite streaming live sul sito web WEF.Situandosi all’interno della visione del World Social Forum che riguarda la costruzione di un “movimento dei movimenti”, il World Education Forum in Palestina cerca di contribuire attivamente alla costruzione di un giusto ordine globale che può contrastare problemi come la povertà, l’ineguaglianza, la globalizzazione dei mercati, il colonialismo, le crisi ecologiche e il dominio dei popoli e della natura.Le attività del WEF faranno luce su urgenti problematiche sociali ed educative e sulle sfide di persone che lottano per la pace e la giustizia sociale nel mondo e in Palestina. Il WEF riunirà migliaia di educatori, insegnanti, studenti, docenti universitari, giornalisti, sindacati di insegnanti, attivisti nel campo sociale ed educativo a livello locale, regionale e internazionale ed altre persone attive a questi tre livelli, che si incontreranno insieme per un arricchimento reciproco e per collaborare. Questo forum promuoverà con fiducia lo slancio, l’entusiasmo e la consapevolezza all’interno di questi movimenti e la condivisione e la costruzione di tale conoscenza da parte degli attivisti a cui spetta poi la responsabilità di costruire la loro propria rete di scambio internazionale. Il Forum così mira a rendere “possibile un mondo nuovo” – come alternativa al dominio, all’oppressione e alle disuguaglianze proprie dell’attuale sistema mondiale.Infine il WEF-Palestina è estremamente importante riguardo al contesto dell’occupazione che il popolo palestinese attualmente subisce, all’assedio di Gaza e alla persecuzione degli attivisti locali ed internazionali. L’efferato attacco alla Freedom Flotilla è stato solo uno tra i molti avvenimenti recenti nell’escalation delle politiche di aggressione israeliane. Il WEF-Palestina, quindi, non offre solo uno spazio alle persone di tutto il mondo per dibattere su tematiche inerenti l’educazione – la tua partecipazione al Forum è un atto concreto di solidarietà con il popolo palestinese e con la resistenza all’occupazione, all’apartheid e al colonialismo.

One Comment;

Comments are closed.

Top