Sit-in a Roma contro la diga Gibel Gibe III

Sit-in davanti al ministerio delgli affari esteri, in protesta contro i 250 milioni di euro che la Farnesina avrebbe intenzione di stanziare per la costruzione della diga Gibel Gibe III. Ad aggiudicarsi parte dei lavori e’ gia’ stata la ditta italiana Salini, la Il progetto e’ molto contestato e produrrebbe pesanti mpatti ambientali e sociali. Una delegazione con i rappresentanti africani è entrata all’interno del ministerio per portare le proteste delle popolazioni locali che rischiano di essere cacciate dalle loro case.

Le altre notizie di Amis su Gibel Gibe

Top