I governi progressisti del sudamerica e la questione ambientale.

Nel pomeriggio di ieri i rappresentanti dei governi sudamericani “amici” hanno incontrato i partecipanti al vertice dei popoli Enlazando Alternativas. Era prevista la presenza, tra gli altri, di Evo Morales, presidente boliviano, che però ha finito con disertare l’incontro inviando un ministro del proprio governo. L’incontro si è svolto in un clima festoso, animato da quanti hanno risposto alla chiamata dei rappresentanti sudamericani. Tra slogan che ad orecchie europee probabilmente risultano populisti e un po’ datati, sono state però sollevate alcune questioni importanti, tra le quali spicca quella ambientale. E’ emersa una contraddizione tra l’attenzione dichiarata dal governo boliviano alle tematiche ambientali e il fatto che il Venezuela, governo amico, produca milioni di barili di petrolio all’anno, con i quali intende finanziare le proprie riforme sociali. Il rappresentante venezuelano ha provato a risolvere questa contraddizione, aprendo a tutti i paesi latinoamericani la possibilità di sfruttare le risorse energetiche venezuelane come volano di sviluppo.

Top