Passpartu’ 02: Quando il vicino soffoca

Il Pigneto era, fino a poco tempo fa, uno dei quartieri piu’ multietnici della capitale, ma ora le cose stanno cambiando. In questa puntata di Passpartu’, racocntiamo le evoluzioni demografiche, architettoniche e sociali di una periferia italiana, tastando gli umori delle persone che ci vivono dentro. In chiusura, Ritmi, la rubrica musicale a cura di Elise Melot.
E’ iniziato tutto con un’operazione di sequestro di merce da parte della Guardia di Finanza nei confronti di un gruppo di persone di origine senegalese che abitano al Pigneto. Le operazioni, cominciate la mattina del 5 ottobre, sono proseguite nel primo pomeriggio. Intorno alle quindici uno dei ragazzi si e’ messo a correre quando ha visto la Finanza, due agenti in borghese lo hanno rincorso, gli hanno puntato la pistola alla testa e lo hanno ammanettato; i suoi amici allora gli sono andati in soccorso numerosi e hanno impedito che lo arrestassero. Da qui, raccontano i cittadini del quartiere, e’ partita la retata punitiva. I finanzieri sono tornati a distanza di poche ore con molti piu’ uomini e due blindati e hanno cominciato a prendere chiunque fosse nero nel quartiere.

Marco, abitante del Pigneto, e’ uno dei firmatari del comunicato di quartiere scritto subito dopo i fatti del 5 ottobre. Marco racconta dello sviluppo edilizio speculativo degli ultimi anni. Il quartiere, nato come edilizia spontanea a fine ‘800 e abitato per decenni dagli strati piu poveri della popolazione romana, oggi e’ diventato uno dei quartieri piu’? in di Roma, frequentato da numerosi giovani, soprattutto di notte.
Il signor Dia, che abita al Pigneto da dodici anni, si lamenta della presenza dei locali notturni. Teme per la sicurezza dei suo figli e della sua famiglia, e la sera non riesce a dormire fino a notte fonda. Di orgine senegalese, Dia non era nel quartiere quel 5 ottobre, quando i suoi connazionali sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza, ma e’ sicuro che quello che e’ accaduto e’ solo l’ennesima reazione nervosa scaturita dalla situazione in cui si trova il quartiere negli ultimi anni, evoluto da rione residenziale a zona di locali notturni.
Tahar Lamri, scrittore algerino di stanza a Ravenna, nel settimanale Internazionale ha parlato della vicenda del Pigneto. Gli abbiamo chiesto perche’ si e’? interessato a una vicenda geograficamente cosi’ lontana da lui. “Il Pigneto e’ emblematico di un cambiamento piu grande, a cui l’Italia sta assistendo ormai da decenni. Non si tratta di razzismo, o almeno non e’ solo questo. E’ piuttosto allargamento del conflitto orizzontale, intolleranza nei confronti del vicino, nero o bianco che sia” risponde Lamri.

In redazione: Elise Melot

Passpartu’ e’ un programma a cura di Marzia Coronati

One Comment;

  1. Pingback: Passpartu’ 02: Quando il vicino soffoca | Video Folli

Comments are closed.

Top